1414

Primo Piano

Bode Miller ricorda la prima vittoria in slalom alla 3Tre quando distrusse l’auto

bodemiller

Una inaspettata telefonata di Bode Miller dalla California per ricordare la prima vittoria in Coppa del Mondo in slalom speciale sul Canalone Miramonti nel dicembre 2001 e la sua Coppa del Mondo di Gigante vinta nel 2004 hanno nobilitato la presentazione della 3Tre di Madonna di Campiglio al Rifugio Al Faggio, in Valle di Ledro. 

Insomma, Tre giganti si sono ritrovati all’ombra di quel Faggio tanto caro alla fata Gavardina. Potrebbe sembrare l’incipit di una fiaba, ma in Valle di Ledro le favole diventano realtà e così ieri sera lo Chalet Rifugio Al Faggio ha davvero salutato tre diversi giganti: la 3Tre di Madonna di Campiglio (quest’anno in programma il prossimo 22 dicembre, sempre in notturna), Bode Miller ed il gigante Bernardo Gilli. Nell’ordine si tratta della più antica prova italiana di Coppa del Mondo di sci che si è presentata ufficialmente in vista della 65ima edizione del 22 dicembre prossimo, di un colosso dello sport come Bode Miller, presente in collegamento telefonico per spiegare di persona i motivi che l’hanno indotto a regalare all’amico Marco Dallapiccola la Coppa del Mondo di gigante vinta nel 2004 e di Bernardo Gilli, il “gigante” che nel cuore del ‘700 divenne celebre in tutta Europa per la sua statura e per i suoi modi gentili e alla cui memoria è allestito per il terzo anno consecutivo il Villaggio di Natale del Gigante, il mercatino natalizio che nel centro storico di Bezzecca, in Valle di Ledro, aprirà i battenti sabato 8 dicembre. E i due trofei – Coppa di Miller 2004 e quella che verrà assegnata quest’anno – hanno fatto bella mostra di sé per tutta la serata sulla gigantesca sedia del Gigante Gilli assieme al pettorale di parte 3Tre 2018, gli sci bomber di Bode e la riproduzione alta 2.60 del Popo della Valle di Ledro.

E dalla telefonata in diretta dalla California sono emersi, come sempre quando di mezzo c’è Crazy Bode, retroscena inediti: Ricordo bene quell’edizione della 3Tre del 2001. Sono arrivato a Campiglio il giorno dopo la mia prima vittoria assoluta in Coppa del Mondo, nel gigante della Val d’Isere. Prima di scendere sul canalone Miramonti dovevo scaldare gli scarponi di gara per poterli indossare – ha spiegato il pluricampione Usa a Lorenzo Conci, Marco Dallapiccola e Diego Decarli – e quindi mi sono messo in macchina. Ho acceso l’impianto di riscaldamento ma nel fare la manovra ho inavvertitamente messo la marcia e la macchina è partita all’improvviso, finendo contro un albero. Risultato? Macchina distrutta. Sono andato in partenza con scarponi gelidi e umore non ideale. Forse uno dei motivi che mi hanno aiutato a battere Giorgio Rocca (che poi vinse nel 2005, ultima italiano a farlo – ndr). Come posso dimenticare la 3Tre? È stata la prima vittoria in carriera in slalom. Anche per questo sono felice che Marco abbia portato la mia Coppa generale di slalom Gigante 2004 in Valle di Ledro. È una valle speciale come il suo Gigante.

È stata una serata ricca di suggestioni e di intrecci voluta dalla presidente Maria Demadonna (Consorzio per il Turismo della Valle di Ledro) sull’onda emotiva dell’eccellente riuscita dell’analogo appuntamento dello scorso anno e da Lorenzo Conci, presidente Comitato Organizzatore della 3Tre. Presenti, tra gli altri, la Presidente del Coni Trentino Paola Mora, il presidente della Fisi Tiziano Mellarini (che ha ricordato il lavoro fatto in campo internazionale per riportare la 3Tre nel calendario di Coppa del Mondo), il sindaco di Ledro Renato Girardi e lo staff della 3Tre, con la segretaria generale Loredana Bonazza. In sala, gremita, esponenti di associazioni sportive di volontariato della valle di Ledro, il cui lavoro è stato lodato all’unanimità.

Il Villaggio di Natale del Gigante è un appuntamento che ci sta molto a cuore perchè riflette gli sforzi profusi in questi anni dalla Pro Loco di Bezzecca con il sostegno del Consorzio turistico e che in questa terza edizione ha saputo coinvolgere ancor più tutte le realtà della Valle e del volontariato locale – detto Maria Demadonna -. Si tratta di una vetrina fondamentale per l’artigianato, il commercio, la gastronomia dell’intera Valle di Ledro che potrà letteralmente mettersi in mostra nella giornata di apertura tra l’8 ed il 31 dicembre. L’esperienza delle prime due edizioni è stata fondamentale per portare novità e saranno due i nuclei principali del Villaggio, vale a dire Piazza Garibaldi e Piazza Concei a Bezzecca. Inoltre in questo 2018 si è puntato maggiormente sugli eventi di contorno e sulla musica, con un ricco programma, impreziosito nelle giornate dell’8, 9, 29 e 30 dicembre dall’atmosfera suggestiva creata dal centro storico illuminato solo da lanterne e fiaccole, proprio come succedeva nel ‘700, l’epoca del gigante Bernardo Gilli.

Sotto i riflettori è quindi salita la 3Tre, con il presidente Lorenzo Conci a ringraziare la Valle di Ledro per l’ospitalità. Il primo sentimento che mi affiora è quello di gratitudine verso un territorio che ci è sempre stato vicino e che vive un rapporto speciale con lo sport ed è ricco di tradizione negli sport invernali – ha detto Conci -. Per noi ricevere questo calore e attaccamento è fondamentale, tanto che l’appuntamento in Valle di Ledro può essere ormai considerata una tappa fissa del 3Tre Tour, proprio come la 3Tre è tornata ad essere tappa fissa di Coppa del Mondo. Oggi rappresenta nel mondo la località di Campiglio, il Trentino e l’Italia. Il 22 dicembre vi aspettiamo tutti a tifare sul canalone Miramonti. E Loredana Bonazza con Paolo Bisti Luconi hanno poi tratteggiato la storia e le prerogative della 3Tre anche con un filmato di grande impatto emotivo, che ha proposto, tra l’altro, anche le immagini della vittoria di Miller

La ricca cena a base di piatti della tradizione della Valle di Ledro offerta dal Rifugio Al Faggio ha fatto il resto, con la possibilità di gustare le diverse polente che hanno fatto la storia della cucina ledrense: la polenta di patate concia, la polenta di patate viola e la tradizionale polenta di farina gialla di Storo. Giusto epilogo per una grande serata poggiata sulle spalle di tre giganti di storica importanza.

LA 3TRE
La 3-Tre è nata nel 1950 con la riunione di tre distinte prove di differenti specialità (discesa, gigante slalom speciale) disputate in altrettante località del Trentino (Monte Bondone, paganella e Folgaria). Altre località coinvolte sono state Canaze e san martino di Castrozza. Dal 1957 si disputa regolarmente a Madonna di Campiglio. La pista è stata inserita in Coppa del Mondo di sci alpino fin dalla sua nascita nel 1967. Con 65 edizioni è la più vecchia e prestigiosa competizione di sci in Italia e tra le prime cinque del Mondo. INFO: www.3trecampiglio.it

IL GIGANTE GILLI
Nato a Bezzecca nel 1976, nella casa che ancora oggi si affaccia su Piazza Garibaldi e quartier generale del Villaggio di Natale, il Gigante Bernardo Gilli divenne celebre in tutta Europa per la propria altezza – si dice attorno ai due metri e sessanta – e per i propri modi gentili, da autentico Gigante Buono, tanto da meritarsi l’appellativo di “El Popo”, il bambino in dialetto locale. Sabato 8 dicembre alle 17:30 ci sarà la cerimonia di inaugurazione in Piazza Garibaldi che darà il via al mercatino di Natale e al prezioso programma di appuntamenti. INFO: www.vallediledro.com/it/il-villaggio-di-natale-del-gigante.