1818

Campioni

Max Colaci ad AnnuarioMediaSport.it: “Rio festa di suoni e di colori”

PALLAVOLO_Colaci_Max

Max Colaci, pallavolista della Nazionale, riflette ad alta voce, in esclusiva per AnnuarioMediaSport.it, sul prossimo impegno olimpico di Rio de Janeiro 2016 

“Per chi, come me, fa sport partecipare ai Giochi Olimpici è un sogno che si realizza, ci sarà sicuramente un’atmosfera speciale e io non vedo l’ora di viverla. Ci siamo guadagnati la qualificazione già lo scorso anno e ora avremo tutto il tempo per prepararci nel migliore dei modi. Ho sempre visto le Olimpiadi in tv dal primo all’ultimo giorno e in particolare la cerimonia d’apertura mi ha sempre emozionato. Sapere che a Rio potrei far parte delle migliaia di atleti che sfileranno è qualcosa che mi fa venire la pelle d’oca, non vedo l’ora di vivere quei momenti. La mia famiglia mi è sempre stata vicino, mio papà, poi, è colui che mi ha trasmesso la passione del volley: lui ha giocato, allenato, è stato dirigente; insomma è soprattutto grazie a lui che sono qui oggi e credo che sia proprio lui ad essere il più felice per me. A lui si aggiungono poi mia mamma e mia moglie, ovviamente. Io credo che uno sportivo di alto livello debba porre attenzione ai dettagli perché sono proprio questi a fare la differenza nei momenti cruciali. A questi bisogna poi aggiungere l’alimentazione, il riposo e la cura degli aspetti dove si è coscienti di non eccellere. Io, per esempio, non amo le sedute pesi e la palestra, ma è proprio lì che cerco di dare sempre il massimo, anzi più del massimo! Rio è una città magica, dove si respira sempre un’atmosfera speciale: la gente è solare, disponibile. I Giochi Olimpici lì saranno un evento unico, ne sono certo. La immagino come una festa di colori, suoni, dove la gente si divertirà a guardare le prestazioni dei tanti campioni che parteciperanno. Ho avuto la fortuna di vederla già lo scorso anno in occasione delle finali di World League e francamente ne sono rimasto molto affascinato. Davvero non vedo l’ora di tornare e realizzare un sogno, anzi il sogno più grande per tutti coloro che come me da anni lavorano sodo per realizzarlo”.