1818

Campioni

Nibali ad AnnuarioMediaSport.it: “Mi aspetto qualcosa di buono anche da Rio”

Nibali

Vincenzo Nibali, vincitore dell’ultima edizione del Giro d’Italia, confessa ad AnnuarioMediaSport.it le sensazioni dell’attesa in proiezione Rio de Janeiro. 

“Per me le Olimpiadi hanno un significato speciale che va oltre allo sport. Ho già avuto la fortuna di partecipare ai Giochi Olimpici di Pechino nel 2008 e Londra quattro anni dopo e, risultati a parte, ne ho un ricordo straordinario. Al villaggio olimpico si respira un’atmosfera davvero unica. Ti vedi il mondo sportivo e non solo quello, sfilarti davanti e hai la possibilità di confrontarti con realtà diverse dalla tua. Per qualche giorno, i problemi mondiali sembrano davvero lontani. Sul versante sportivo, dalle Olimpiadi di Rio mi aspetto qualcosa di buono. In Cina e a Londra non ho colto risultati di rilievo, mentre questa volta in Brasile ho davvero l’opportunità di puntare al titolo o almeno al podio. Per questo, Rio rappresenta uno dei miei principali obiettivi del 2016. Sempre per questo, ho deciso di partire nei primi giorni di gennaio per fare una doppia ricognizione del percorso della prova su strada e di quello della cronometro individuale. E’ stata una scelta felice che mi ha consentito di dare ragione a quelli che l’avevano dipinto come un percorso molto impegnativo e mi riferisco a quello della strada. C’è una salita di circa 8 km che io ho paragonato al Ghisallo con punte del 14-15%, senza dimenticare che bisogna ripeterla per tre volte. Prevedo una corsa dura, difficilmente controllabile e per pochi, magari per chi è uscito bene dal Tour de France. Prima delle Olimpiadi, però, il mio grande obiettivo è stato il Giro d’Italia. Una nuova bella maglia rosa mi ha dato un gran morale pensando a Rio…..”