Article top AD

La Fisdir Ski Race Cup è ormai entrata nel vivo: i primi due meeting di Sestriere e di Tarvisio hanno riscosso grande seguito sportivo, organizzativo e mediatico.

Siamo al giro di boa ed il circus degli “intellectually impaired” si dirige verso Folgaria, dove, sulle piste di Passo Coe, si disputerà il terzo meeting della Fisdir Ski Race Cup, con la sessione di allenamento di sabato 17 febbraio e la gara di slalom gigante di domenica 18 febbraio.

La Fisdir Ski Race Cup è un’entusiasmante avventura che sta unendo la concretezza alla passione per lo sci alpino e alla missione di accompagnare i disabili intellettivi verso l’integrazione nella società.

Questo straordinario circuito nazionale, dedicato agli atleti con disabilità intellettiva, è il risultato di una collaborazione senza precedenti tra il Comitato Organizzatore Circuito Fisdir Ski Race Cup e la Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali (FISDIR). È un esempio tangibile di come il mondo privato e quello pubblico possano unirsi per colmare vuoti importanti nel panorama sportivo.

La Fisdir Ski Race Cup nasce dall’idea che, per un disabile intellettivo, lo sci alpino sia uno strumento straordinario per creare energia positiva: autonomia, competenze ed autostima utili nello sport e nella vita. “The Intellectually Impaired Revolution”, questo lo slogan che accompagna il percorso della Ski Race Cup, circuito nazionale di sci alpino Fisdir.

La Fisdir Ski Race Cup è molto più di una competizione sportiva. È un viaggio iniziato il 20-21 gennaio 2024 a Sestriere (TO), che ha attraversato luoghi come Tarvisio ed il Friuli Venezia Giulia (UD), che arriverà a Folgaria il 17 e 18 febbraio (TN) e culminerà nella grande finale al Passo del Tonale (BS) il 23-24 marzo 2024.

Da Est a Ovest abbracciando tutte quelle realtà dell’arco alpino che già operano nel mondo della disabilità.

Ogni meeting (nome coniato dall’atletica leggera per attribuire un’importanza maggiore rispetto ad una singola gara o tappa) non è solo una gara, ma un’esperienza completa che include sessioni di allenamento, opportunità di confronto tra atleti e tecnici e momenti di inclusione che vanno oltre il tracciato, creando una vera comunità.

Il formato innovativo del circuito è progettato per ampliare la partecipazione degli atleti con disabilità intellettiva, guidandoli verso l’eccellenza attraverso un percorso di allenamento consapevole. Oltre a fornire opportunità di confronto agonistico a livello nazionale, il circuito è un veicolo per promuovere non solo l’inclusione nella società, ma l’integrazione nella stessa, fornendo solide competenze agli atleti partecipanti.

Partendo dal sogno di Rebecca Maestroni e dalla prima gara interregionale FISDIR dal 2023, questo circuito è ora una realtà concreta grazie all’impegno di famiglie, sostenitori e appassionati.

Quando i sogni sono accompagnati dalla concretezza, diventano realtà tangibili. Oggi, celebriamo non solo uno sport (lo sci alpino), ma un movimento che ha creato opportunità di inclusione e integrazione per gli atleti con disabilità intellettiva.

Un dato balza all’occhio: nei meeting di Sestriere e Tarvisio si sono registrati oltre 60 atleti al cancelletto di partenza, circa il 50% in più rispetto alla gara “zero” dello scorso anno al Tonale, segno che il progetto piace e che il movimento si sta allargando.

Il format Itinerante permette a più associazioni e ragazzi e ragazze di avvicinarsi a questo sport e quindi trovare l’ambiente più idoneo per partecipare ed integrarsi nella nostra Community.

ll 3 febbraio a Tarvisio è stata un’altra grande festa, grazie anche al supporto di diversi attori istituzionali come il consigliere regionale Bernardis (presidente della commissione Sport) e l’assessore comunale allo sport Banello, ed anche del mondo dello sport, come l’atleta azzurra della nazioanle di Slalom la tarvisiana Lara Della Mea.

Un esempio positivo questo in Friuli Venezia Giulia, che ci auguriamo possa essere replicabile anche ai prossimi meeting in Trentino e Lombardia.

Al meeting di Folgaria del 17-18 febbraio 2024 ci sarà una importante novità: a partire dalla tappa trentina il Comitato Organizzatore Circuito Fisdir Ski Race Cup ha attivato il “Programma Famiglie”: un programma di agevolazione destinato alle famiglie ed alle società sportive che vengono da più lontano per  limitare i costi di alloggio e skipass. E’ la prima volta che viene attivato un servizio di questa portata e visione.

Non solo. A Folgaria ci sarà anche la fattiva collaborazione con la scuola italiana sci “Scie di Passione – Snow4all”, eccellenza nella pratica dello sci per persone con disabilità fisica, che per la prima volta metterà la propria esperienza a servizio anche della disabilità intellettivo relazionale con la Fisdir Ski Race Cup.

Siamo pronti a scivolare lungo le piste della passione, dell’inclusione e della determinazione. Vi aspettiamo con cuori aperti e sci pronti a sfrecciare verso un futuro di sfide e conquiste.

Insieme, facciamo della Fisdir Ski Race Cup un trampolino di speranza e successo per tutti!

Article bottom ad