Article top AD

Il Museo Nazionale del Cinema, la cui sede è l’iconica Mole Antonelliana, simbolo architettonico della città di Torino e dell’Italia tutta, ha ospitato oggi la Conferenza stampa di presentazione dei XXXV Giochi Nazionali Invernali Special Olympics Italia, in programma in Piemonte tra Sestriere, Pragelato, Entracque e Borgo San Dalmazzo dal 4 all’8 marzo 2024.

La Conferenza ha visto la partecipazione entusiasta del Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi, storico sostenitore di Special Olympics: “Ogni volta che ci si incontra con Special Olympics è un allenamento dell’anima. Un lavoro costante che non si interrompe mai: abbiamo piena consapevolezza di ciò che state facendo. Rispetto, solidarietà, squadra, amore, partecipazione, umanità: nulla è scontato nei valori basici della filosofia di Special OIympics”. Ed ha proseguito: ”Quando veniamo qui siamo molto coinvolti emotivamente, anche se non sembra, riusciamo a trasmettere e profondere tutte le energie che vorremmo mettere in campo. Desideriamo servire la nostra nazione, migliorare la qualità della vita, supportare”.

Un messaggio forte anche dal Presidente Special Olympis Italia, Angelo Moratti: “Special Olympics, 40 anni di attività in Italia, 3 5 di Giochi Nazionali Invernali. Il riconoscimento più grande dei traguardi raggiunti è rappresentato dalle testimonianze dei nostri atleti, così come dal volto e dalle espressioni gioiose dei loro familiari in occasione degli eventi. I Giochi Nazionali Invernali Special Olympics tracciano un percorso umano che va oltre lo sport e le gare: avvicinano le persone, generano empatia, una comune passione senza pietismo”.

Ed ha proseguito: “C’è ancora tanta strada da percorrere, ma l’organizzazione, per la prima volta nel nostro Paese, dei Giochi Mondiali Invernali in Piemonte nel 2025 è un’opportunità unica da vivere. Sarà in grado di avvicinare chiunque, invitandolo a conoscere, attraverso lo sport come linguaggio universale, gli atleti e soprattutto le persone oltre le disabilità intellettive. Un evento di questo genere rappresenta un’opportunità culturale: può insegnare al nostro Paese e al mondo intero a non aver paura delle differenze, a fare tesoro della conoscenza e, in un’ epoca che scorre sempre più veloce, a non fermarsi mai all’apparenza”.

Il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha commentato: “La Regione sostiene convintamente Special Olympics perché associa l’eccellenza del prodotto sportivo all’inclusione e all’umanità che caratterizzano questo evento”.
L’Assessore alla Cultura Rosanna Purchia, in rappresentanza del Sindaco di Torino Stefano Lo Russo ha dichiarato: ”Oggi assistiamo ad una lezione di vita: una corsa, una danza verso la bellezza dello sport e dell’esistenza umana”.

Lorenzo Miceli ha portato il messaggio del Ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli: ”Quest’anno i Giochi Nazionali Invernali assumono una valenza ancora più importante poiché sono il preludio del prossimo anno, quando Torino ed il Piemonte ospiteranno gli Special Olympics World Winter Games. Un evento di caratura mondiale che avrà luogo per la prima volta in Italia. Rivolgo un grazie a Special Olympics Italia per il grande lavoro che svolge quotidianamente”.

Article bottom ad