Article top AD

Lo Sport e i Media nell’anno delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Parigi. Esce, a meno di tre mesi dal più importante appuntamento sportivo quadriennale, il 26° Annuario della Stampa Sportiva Italiana (USSI), curato da Michele Corti e Marco Callai. Un’opera che, ancora una volta, offre una panoramica dettagliata sull’informazione sportiva e sui suoi protagonisti: i giornalisti professionisti e pubblicisti di carta stampata, agenzie, tv, radio e web da un lato, gli atleti, i tecnici, i dirigenti e gli ufficiali di gara dall’altro.

“L’Annuario USSI va oltre la semplice definizione di strumento utile per la categoria dei giornalisti e per il mondo sportivo che vive anche della sua narrazione e del suo racconto – scrive il Ministro per lo Sport Andrea Abodi – Si tratta di passione, professionalità, umiltà, sin dalla prima edizione, nata per intuizione con alla base l’amore per il proprio mestiere. Il valore del volume non è solo la ricchezza e l’accuratezza dei dati e delle informazioni che contiene, una sorta di carta di identità del mondo dei media e dello sport, ma la dedizione profonda con la quale si realizza puntualmente, dall’altro secolo, l’Annuario”.

“Questo Annuario permette di avere un quadro di riferimento chiaro di un universo fatto di organismi sportivi, a più livelli, tutti uniti verso l’obiettivo di diffondere e ampliare la pratica sportiva”, sottolinea Marco Mezzaroma, Presidente di Sport e Salute. “L’augurio è che l’USSI possa anche raccontare il battito quotidiano dell’attività sportiva in tutta Italia, oltre alle tante iniziative messe in campo per ampliare la base dei praticanti e giungere a un Paese sempre più sportivo e quindi più sano”.

“L’Annuario Ussi è una fotografia mirabile e aggiornata della nostra galassia, grazie alla mappa e ai riferimenti essenziali di chi la onora quotidianamente” è il pensiero del Presidente del Coni Giovanni Malagò.

“E’ un indispensabile strumento di lavoro e conoscenza”, osserva Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico. “Oggi atlete e atleti paralimpici possono beneficiare di un significativo spazio di visibilità che consente loro di inviare un messaggio positivo di riscatto e resilienza, capace di ispirare tutti, e il merito va attribuito a operatori dei media che hanno deciso di abbracciare il nostro movimento”.

L’Annuario Ussi contiene tutti i dati relativi alle redazioni nazionali e locali di agenzie, quotidiani, radio, televisioni e testate web insieme ai riferimenti di tutti i giornalisti sportivi. La “fotografia” del Coni con le strutture nazionali e regionali delle 48 Federazioni Sportive Nazionali, delle 15 Discipline Sportive Associate, dei 14 Enti di Promozione, delle 19 Associazioni Benemerite, delle Leghe e dei Corpi Militari e Civili. Approfondimento dedicato al mondo dei Motori in collaborazione con l’Uiga e a “Genova 2024 Capitale Europea dello Sport”, con il suo palinsesto di eventi nazionali e internazionali. L’Annuario Ussi censisce inoltre quasi 2.000 iscritti Ussi sul territorio e pubblica tutti i dati del Consiglio Nazionale e dei Gruppi Regionali dell’Unione Stampa Sportiva Italiana.

“C’è alla base una sola anima: raccontare lo sport sperando di poterlo dare con le attenzioni dovute ai tempi moderni, che significa esser preparati su più argomenti dal marketing all’aspetto sanitario o di economia sportiva, dai metodi di preparazione ai programmi atletici, dai regolamenti alla conoscenza organizzativa”, sostiene Gianfranco Coppola, presidente nazionale Ussi. Gianni Merlo, numero uno dell’Aips ricorda: “Il 2024 è un anno magico per l’AIPS. L’associazione della stampa sportiva mondiale compie 100 anni. Ringrazio l’Ussi per il continuo sostegno senza il quale non potrei esser in questa posizione”.

L’Annuario Ussi verso Parigi 2024. Ad aprire questa 26° edizione sono gli interventi di alcuni campioni: Yumin Abbadini (ginnastica), Simone Barlaam (nuoto paralimpico), Chiara Benini Floriani (vela), Manuel Lombardo (judo), Paolo Monna (tiro a segno) Giovanni Pellielo (tiro a volo), Alberto Razzetti (nuoto), Alice Volpi (scherma) e Matteo Zurloni (arrampicata).

“In un anno speciale, quello di Parigi 2024, a due passi da un appuntamento straordinario come Milano Cortina 2026, siamo sempre a disposizione con lo stesso spirito del fondatore dell’Annuario, Gian Luigi Corti”, spiega Michele Corti, direttore dell’Annuario Ussi. “Censire il mondo dello sport e dei media è davvero un’impresa olimpica e la nostra medaglia sono gli attestati di stima di colleghi e dirigenti sportivi che continuano a fruire di questa guida confermandoci di esser sempre preziosa e insostituibile”.

Fondato nel 1995 da Gian Luigi Corti, storico dirigente dell’Ussi, l’Annuario è da sempre un punto di riferimento nel mondo dei media e dello sport con una capillare distribuzione a giornalisti, dirigenti sportivi, addetti ai lavori legati al mondo dello sport su scala nazionale e territoriale. Gli interventi e i capitoli speciali dell’Annuario Ussi 2024 saranno pubblicati online sul nostro sito www.annuariomediasport.it

Article bottom ad