1414

Primo Piano

Cinque staffette azzurre volano ai Mondiali

4x400donne_Yokohama2019

L’atletica azzurra si regala un’altra giornata da ricordare alle World Relays di Yokohama. Dopo un sabato stellare – con le qualificazioni delle due 4×100 e della 4×400 mista alle finali e ai Mondiali di Doha – oggi è arrivata una storica medaglia di bronzo per la 4×400 azzurra.

Ai Mondiali di staffette Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Giancarla Trevisan e Raphaela Lukudo hanno chiuso al 3° posto con il tempo di 3:27.74, alle spalle della Polonia (3:27.49) e degli Stati Uniti (3:27.65), guadagnando l’accesso ai Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre).

Straordinario bottino pieno a Yokohama per gli azzurri che piazzano cinque staffette su cinque nella rassegna iridata d’autunno, anche grazie alla vittoria nella finale B della 4×400 maschile (Daniele Corsa, Michele Tricca, Edoardo Scotti, Davide Re in 3:02.87.

Nella 4×400 mista, quarto posto in rimonta di Giuseppe Leonardi, Virginia Troiani, Chiara Bazzoni e Alessandro Sibilio (3:20.28), quinta invece la 4×100 con Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Irene Siragusa (44.29).

Non arriva al traguardo la 4×100 uomini, che non completa l’ultimo cambio tra Davide Manenti e Filippo Tortu nella staffetta lanciata da Fausto Desalu e Marcell Jacobs, quando era in linea con le prime posizioni dopo lo straordinario exploit di sabato. Nelle tre precedenti edizioni dell’evento, l’Italia aveva centrato un solo piazzamento tra i primi otto (sesta la 4×400 donne nel 2014) mentre stavolta le staffette finaliste sono quattro, per l’ottavo posto a quota 15 nella classifica a punti vinta dagli Stati Uniti (54) che fanno poker, seconda la Giamaica e terzo il Giappone, entrambe a 27. (Foto IAAF World Relays)