Article top AD

Dopo quattro mesi difficili, con il lockdown e il lungo stop delle attività a tutti i livelli, il Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli ha voluto salutare attraverso un webinar i dipendenti della Società e ringraziarli per il lavoro svolto.

Dalla sede centrale e dalle sedi regionali sono state 400 le persone collegate online per ascoltare le parole di Cozzoli. Il quale ha prima di tutto sottolineato il valore degli asset societari: Il Parco del Foro Italico e lo Stadio Olimpico per promuovere non solo i grandi eventi ma una vera apertura alla collettività; la Scuola dello Sport per “rilanciare la cultura sportiva e la formazione”; l’Istituto di Medicina per farne un centro di eccellenza per la prevenzione legata ai corretti stili di vita.

“Anche se questo periodo è stato molto complicato, il nostro posto è fuori dai palazzi, vicino allo sport di base, alle società, ai territori. La mia emozione più grande, dall’insediamento a marzo, è stata visitare il 25 maggio, giorno di riapertura degli impianti, due società, una a Tor di Quinto, l’altra a Centocelle. Un momento toccante, simbolico. Abbiamo rivisto i bambini giocare insieme e riprendere contatto con la socialità attraverso lo sport”.

L’impegno straordinario per l’erogazione dei bonus ai 148mila Collaboratori Sportivi, pagati nei termini previsti, non ha distolto la Società dagli obiettivi del suo Action Plan: sostegno agli Organismi Sportivi, alle Società piccole e grandi, il progetto di un incubatore di startup al Foro Italico, il lancio di una App per tutto il sistema sportivo, i programmi Sport e Periferie, Sport di Classe e Sport di tutti, rivolti ai più giovani ma anche agli over 65. “Non possiamo fermarci perché è solo l’inizio”, ha concluso Cozzoli.

 

Article bottom ad