.
Article top AD

La Nazionale azzurra di scherma cala il poker di medaglie nella seconda giornata dei Campionati Europei di Basilea, in Svizzera.

Sulle pedane della St. Jakobs Halle, infatti, Arianna Errigoportabandiera dell’Italia Team ai prossimi Giochi Olimpici di Parigi 2024, e Michele Gallo, hanno conquistato la medaglia d’oro rispettivamente nel fioretto femminile e nella sciabola maschile. Tra gli uomini, inoltre, argento per Luca Curatoli bronzo per Luigi Samele, che hanno garantito al nostro Paese uno storico tris.

La campionessa azzurra (foto Bizzi Team/Federscherma), dopo essersi fatta largo fino ai quarti di finale, ha sconfitto per 15-9 la connazionale Martina Favaretto, prima di prevalere alla stoccata decisiva (15-14) nei confronti della britannica Carolina Stutchbury. In finale, quindi, non c’è stato scampo per l’ucraina Dariia Myroniuk, battuta in rimonta per 15-10 dall’italiana, che ha messo le mani sul suo terzo titolo continentale a livello individuale dopo Torun 2016 e Tbilisi 2017.

Una prima semifinale tutta azzurra, invece, ha premiato nettamente Curatoli, impostosi con un perentorio 15-3 su Samele, relegandolo al gradino più basso del podio europeo (il suo primo in un tabellone singolo). Nell’altro penultimo atto, poi, successo mai in discussione anche per Gallo, con il transalpino Jean-Philippe Patrice costretto ad alzare bandiera bianca per 15-6 e ad accontentarsi anche lui del bronzo.

Gallo, dunque, si è poi andato a prendere il titolo più importante della giovane carriera. Decisiva la vittoria per 15-10 su un generoso Curatoli, che ha eguagliato il suo miglior risultato in una rassegna continentale individuale ovvero l’altro argento ottenuto nel 2022 ad Antalya.

Article bottom ad