Tel Aviv (ISR) 19/06/2022 2022 European Championships Rhythmic Gymnastics. Apparatus Final Individual SENIORS RAFFAELI Sofia ITA © foto di Simone Ferraro / European Gymnastics
Article top AD

L’Italia della ginnastica ritmica conquista altre 5 medaglie agli Europei di Tel Aviv con Sofia Raffaeli e le Farfalle.

Raffaeli fa la storia: nelle 37 edizioni passate della rassegna continentale, la Ritmica azzurra non aveva, infatti, mai raggiunto il podio individuale. Impresa riuscita oggi alla ginnasta delle Fiamme Oro per ben tre volte con 2 ori e un argento. Il primo oro è arrivato al cerchio con 36 punti netti davanti all’israeliana Daria Atamanov – vincitrice dell’All Around di ieri – argento con 34.900 punti e alla bulgara Boryana Kaleyn, bronzo con 33.900, il secondo alle clavette con 34.550 punti che le valgono la prima posizione in classifica davanti alla padrona di casa, Daria Atamanov, argento con 34.250 punti e alla slovena Ekaterina Vedeneeva, bronzo con 32.550.

L’azzurra poi, con il personale di 34.250 punti, è d’argento alla palla nell’altra finale di specialità in programma. Davanti a lei la bulgara Kaleyn con 35.350 punti, terza la tedesca Darja Varfolomeev con 33.750 punti. Settima posizione Milena Baldassarri con il personale di 33.100.

Ma l’Italia torna sul podio anche con la squadra. Le Farfalle volano sul tetto d’Europa vincendo la medaglia d’oro in entrambe le finali di specialità al Campionato Continentale di Tel Aviv, in Israele. Era da Guadalajara 2018, sempre con i 5 cerchi, che le aviere dell’Aeronautica Militare non salivano sul primo gradino del podio di specialità e, prima ancora, a Torino 2008 con le 5 funi. Questa volta però il bottino europeo è il più ricco di sempre. Maurelli e compagne, dopo l’amaro argento di ieri nel concorso generale, di poco alle spalle delle padrone di casa, sono tornate sula pedana israeliana per dimostrare tutto il loro valore e la loro grinta. Nell’esercizio con i 5 cerchi, montato sulle note di un medley “Mercy in darkness e Strenght of Thousand Men” di Bergesen/Phoenix, le guerriere azzurre hanno conquistato 36.650 punti imponendosi su Israele, argento con 36.450 punti e sulla Bulgaria, bronzo con 34.750.

Nella routine con i 3 nastri e le 2 palle, costruito sulla canzone di Michael Jackson, “They don’t care about us”, chiudono il 38° Campionato Continentale con la seconda medaglia d’oro e lasciano che l’Inno di Mameli risuoni ancora tra le mura dell’Expo di Tel Aviv. La squadra nazionale azzurra, bronzo olimpico a Tokyo 2020, scala la vetta della classifica con 34.250 punti lasciandosi alle spalle Spagna con 31.950 e Azerbaijan con 31.900.

Article bottom ad