Article top AD

L’esperienza di “Genova Capitale Europea dello Sport” approda allo “Sportcity Meeting”, gli stati generali sul benessere in Italia, in programma questo fine settimana a Pietrasanta, in provincia di Lucca.

Un’edizione davvero partecipata con la presenza di oltre 150 amministratori di città italiane grandi e piccole, esponenti del Governo e del Parlamento, massimi dirigenti della governance dello sport italiano, manager di settore e nuovi stakeholders.

Ad aprire i lavori, ieri,  il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi insieme al vicepresidente vicario del CONI, Silvia Salis che, insieme a stakeholders e amministratori pubblici, hanno firmato la “Carta di Pietrasanta”, dichiarazione d’intenti per lo sviluppo delle sportcity sul territorio nazionale successiva alla Carta di Salsomaggiore Terme del 2023.

«Condividiamo pienamente i valori di fondazione Sport City con cui si è instaurata una collaborazione sinergica finalizzata alla sportivizzazione concreta delle aree pubbliche della nostre città. – afferma Alessandra Bianchi, assessore allo Sport del Comune di Genova intervenuta allo SportCity Meeting raccontando la best practice di Genova -.  In questo modo vogliamo incentivare sempre più persone al movimento e ad un corretto stile di vita e soprattutto a diffondere la Cultura dello Sport facendo altresì comprendere l’importanza della pratica sportiva a tutte le età. Attività ed iniziative condivise in primis con il Ministro Abodi e tutte contenute nel più ampio progetto di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport”

Lo “Sportcity Meeting” – organizzato dalla Fondazione Sportcity guidata da Fabio Pagliara, già segretario generale della Fidal – si configura come un’opportunità  per fornire spunti utili allo sviluppo dell’attività fisica in Italia diffondendo la cultura sportiva e trasformando il Paese in una “Repubblica del Movimento”.

Article bottom ad