Article top AD

Con la IX Festa dell’Etica nello Sport, evento che ha avuto luogo il 20 maggio 2019 presso il Centro di Preparazione Olimpica di Roma “Giulio Onesti”, è calato il sipario sulla IV edizione del progetto “I Semi dell’Etica”, iniziativa organizzata dal MECS, Movimento per l’Etica, dall’ACSI e dalla LEGA PRO, con il patrocinio del CONI e del CIP.L’appuntamento, dedicato alla memoria Andrea Scozzese, ex atleta azzurro di pallamano e fondatore e ideatore del Progetto Volleyrò, ha suggellato un percorso di formazione e riflessione, attraverso lo sport, sui valori etici che possono guidare i comportamenti e i gesti quotidiani dei più giovani, in una società in cui spesso regole e principi sono messi in discussione. Il progetto, dunque, si è prefisso di piantare oggi “un seme” nella coscienza dei ragazzi, con l’obiettivo di far crescere dei cittadini etici domani.
L’attività formativa dell’iniziativa ha coinvolto gli studenti della scuola secondaria di secondo grado per mettere in evidenza valori positivi come la lealtà, il rispetto e l’amicizia in una crescita sociale condivisa. Per accedere alla fase finale, le scuole sono state “adottate” dalle società calcistiche di Lega Pro e accompagnate in un percorso di attività didattiche e formative, con una serie di quiz-test su regole, scelte tecniche e comportamenti corretti da tenere dentro e fuori un campo di calcio. Per le 4 scuole che hanno avuto accesso alla fase finale, ovvero liceo scientifico/classico ‘Marconi Delpino’ di Chiavari (GE), liceo scientifico ‘Ribezzo’ di Francavilla F. (BR), liceo scientifico ‘Antonelli’ di Novara, IPSSEOA ‘K. Wojtyla’ di Catania, è stata una vera full-immersion di due giorni presso il Centro di Preparazione Olimpica di Roma “Giulio Onesti”. Il 18 maggio i ragazzi sono stati impegnati in attività seminariali e formative, mentre il 19 si sono sfidati in un quadrangolare di calcio a 5 per stabilire il vincitore dell’”Eticampionato 2018-2019”. Presente alla fase finale anche il Presidente Lega Pro, Francesco Ghirelli, il quale è intervenuto sottolineando la bontà del progetto e la forza dello sport come veicolo di valori etici: “Il pallone è uno strumento di crescita e può accompagnare i giovani nel percorso scolastico e sportivo. La Lega Pro crede in progetti che rafforzano il binomio calcio e scuola come i ‘Semi dell’etica’ -spiega Ghirelli- e lo sostiene da due anni. Fa parte di un percorso che portiamo avanti perché crediamo che calcio e scuola possano essere alleati ed anche il progetto con la preparazione della Universiade con il tecnico Arrigoni va in questa direzione”

Article bottom ad