1414

Primo Piano

Il Presidente Gravina e gli obiettivi della Nazionale

gravina

Non è casuale la presenza a Coverciano del presidente della FIGC Gabriele Gravina. Il numero uno della Federcalcio ha incontrato il CT Mancini e tutta la squadra, in raduno da oggi presso il Centro tecnico Federale. “Questo stage è la dimostrazione concreta – ha dichiarato Gravina – del progetto che stiamo cercando di instaurare e di portare avanti: dialogo continuo con i club che hanno percepito l’importanza di fare squadra per raggiungere risultati importanti, investire sui giovani per dare un futuro roseo alla maglia azzurra grazie al lavoro che sta facendo il Commissario Tecnico e la stretta sinergia con l’Under 21 il cui allenatore, Di Biagio, collabora con Mancini nei lavori di questo raduno”.

Il presidente Gravina ha parlato anche di alcune imminenti novità, una delle quali riguarda Gianluca Vialli: “Rientra in un’idea di rilancio del club Italia. Ho pensato di coinvolgere i nostri calciatori più rappresentativi e i quattro palloni d’oro. Un gruppo che testimoni l’importanza del nostro calcio e sia un esempio. Vialli è stato una mia intuizione, potrebbe fare il capo delegazione della Nazionale. E’ una persona che stimo, ha fatto il calciatore e l’allenatore ad alti livelli, rappresenta un modello per la tenacia e la serietà che ha sempre dimostrato. Adesso sta facendo le sue valutazioni e siamo in attesa di una sua risposta. Ci saranno inserimenti nel nostro board: ci sarà Rivera in quanto pallone d’oro e poi la mia proposta verrà fatta anche a Cannavaro, Rossi e Roberto Baggio”.