Article top AD

Dopo una avvincente partita è stata U.S. Polo Assn. a fare festa nella finale di Italia Polo Challenge Cortina 2022 che ha riportato un torneo di polo sulla neve a Cortina d’Ampezzo.

Dopo due edizioni con altrettanti test match (2020 e 2021), la Regina delle Dolomiti quest’anno è tornata infatti ad essere cornice di un quadrangolare che ha rinnovato la lunga tradizione che la lega a questo sport.

La partita tra U.S. Polo Assn. e Goldspan è stata la spettacolare conclusione di un torneo, giocato da giovedì 6 a sabato 8 gennaio sotto la luce dei riflettori al Centro Sportivo Antonella De Rigo a Fiames, che ha richiamato tantissimi appassionati spettatori che hanno sfidato il freddo pungente godendo però di uno spettacolo di alto livello grazie alle giocate di veri assi del polo.

In finale la squadra di U.S. Polo Assn. composta dal francese Clement Delfosse (hp 5) e dai tedeschi Patrick Maleitzke (hp 5) e dal capitano Daniel Deistler (hp 0), ha prevalso per 14 a 11,5 su Goldspan, andata in campo con gli argentini Valentin Novillo Astrada (hp 6) e Pablo Guinazù (hp 3) e il lussemburghese Bert Poeckes (hp 0), quest’ultimo capitano.

Il match decisivo è stato equilibrato solo nel primo dei quattro chukker, chiuso sul 3,5 a 2 da Goldspan grazie a una tripletta di Guinazù.

Dal secondo in poi non c’è stata però quasi più storia. Delfosse e Maleitzke sono stati protagonisti di un vero e proprio show e un gol dopo l’altro hanno scavato un solco incolmabile per gli avversari: 9 a 4,5 alla fine della frazione, e ancora 12 a 5,5 dopo la terza.

Nelle battute conclusive Goldspan ha cercato di ridurre lo svantaggio ma non è andata oltre il 14 a 11,5 finale.

Spettacolo nello spettacolo lo straordinario gol che ha aperto il quarto chukker conclusivo. A siglarlo Patrick Maleitzke che ha percorso più di mezzo campo colpendo la palla al volo con la stecca, fino a depositarla in porta tra gli applausi del pubblico entusiasta: “Non è la prima volta che mi riesce, ma devo dire che il campo davvero perfetto mi ha facilitato” – ha commentato il tedesco di U.S. Polo Assn.

Article bottom ad