Argentina's Tomas Lavanini, left, challenges Italy's Kelly Haimona during an international rugby union test match between Italy and Argentina, at the Luigi Ferraris stadium in Genoa, Friday, Nov. 14, 2014. (AP Photo/Antonio Calanni)
Article top AD

Kelly Haimona e il rapporto con l’Alimentazione. Ecco il racconto della sua esperienza diretta.Sono nato, nell’isola nord della Nuova Zelanda, e sin da piccolo ero bello rotondo: nel nostro Paese in generale,  ma in particolare dalla comunità maori da cui provengo, il junk-food  è purtroppo piuttosto presente nell’alimentazione quotidiana. Per fortuna, il rugby ci si è messo di mezzo, soprattutto da quando sono sbarcato in Italia. E’ vero che per gli standard del Paese che mi ha adottato io sono e resto un mediano d’apertura piuttosto pesante, con i miei 114 chili: tanto per dire, il mio compagno Luciano Orquera, con cui   divido la maglia numero dieci alle Zebre ed in Nazionale, di chili ne pesa circa ottanta.

Comunque, dicevo, da quando l’Italia mi ha adottato le cose sono migliorate parecchio, il modo di alimentarsi italiano è decisamente più sano e poi, diciamo la verità, ho dovuto imparare che, per fare il professionista, l’alimentazione è un aspetto fondamentale. Mia moglie Dana ha un ruolo fondamentale nell’aiutarmi a mantenere la linea, non le sarò mai abbastanza riconoscente, ma anche il nostro preparatore atletico delle Zebre Silvano Garbin e quello della Nazionale Giovanni Sanguin hanno dei grandi meriti: quando sono arrivato a Parma, dopo aver giocato a Piacenza ed a Calvisano, mi hanno messo subito sotto con il fitness e mi hanno fatto sudare i chili in eccesso.
Seriamente, da quando sono in Italia e faccio il professionista ho cambiato radicalmente il mio approccio al cibo, sono molto più consapevole dell’importanza dell’alimentazione per uno sportivo e della necessità di mantenere una dieta bilanciata e corretta lungo l’arco dell’intero anno. La nutrizione é un aspetto sempre più essenziale nella vita di un atleta, può realmente fare la differenza”.

Article bottom ad