Article top AD

Settima vittoria di fila, primo posto nella Pool F con 21 punti e una crescita continua che fa ben sperare per le prossime gare. L’Italia femminile continua il suo percorso immacolato al Mondiale battendo la Thailandia 3-0 (25-15, 25-12, 25-15). Un successo largo e convincente ottenuto contro una squadra che alla vigilia si presentava come la mina vagante del torneo capace nei match precedenti di strappare punti a Russia e Stati Uniti. Le azzurre non sono cadute nella trappola preparata dalle asiatiche che sono partite forti per provare a mettere alla prova o addirittura fiaccare la Nazionale. Così una volta prese le misure e annullato il primo tentativo di fuga dell’avversario (9-6), le azzurre hanno iniziato a mettere sui giusti binari la partita.
Sylla e Bosetti hanno scardinato la difesa delle asiatiche e l’Italia ha allungato in maniera decisa (16-13). La Thailandia ha accusato il colpo, mentre le ragazze di Mazzanti hanno spinto forte anche in battuta e si sono imposte (25-15). Nella seconda frazione una scatenata Paola Egonu è andata a segno ripetutamente (7 punti con il 70%), cacciando indietro le avversarie. Sul (6-4) Lucia Bosetti, a causa di un giramento di testa, è stata costretta a lasciare il campo ed è entrata Elena Pietrini che ha subito risposto in maniera positiva (14-6). Le azzurre con dentro di nuovo Bosetti, nonostante il larghissimo vantaggio, non hanno mai tolto il piede dall’acceleratore e hanno chiuso con un perentorio (25-12). Nella terza frazione la squadra asiatica ha tentato di rimanere in partita (13-10), ma l’Italia non ha impiegato molto a guadagnare un buon margine e poi ha tirato dritto sino in fondo (25-15).

Article bottom ad