Article top AD

Luciano Rossi, 67 anni, di Foligno, con il 95,5% è stato rieletto presidente della Fitav per il prossimo quadriennio nell’Assemblea Nazionale Ordinaria svoltasi oggi all’hotel Hilton Rome Airport Fiumicino. Partecipazione rilevante (81,52%) nonostante la pandemia, 363 presenti dei 406 aventi diritti al voto. Votanti 358, 342 Rossi, 5 Maurizio Barca, 2 Stefano Rosi, 1 scheda bianca, 8 nulle.

Positivo il bilancio economico e di attività, superata con volontà e unità la fase1 dell’emergenza sanitaria, Rossi ha sottolineato che per affrontare il futuro occorre rinnovare gli sforzi, ma si è soffermato soprattutto sulla necessità d’allargare gli orizzonti e far convergere le energie di tutto il mondo del tiro: “Abbiamo dimostrato negli anni – ha dichiarato – credibilità e capacità di vincere battaglie quotidiane e medaglie. Ci aspetta un futuro di sfide epocali che affronteremo come abbiamo sempre fatto come una grande famiglia. Il mio auspicio è di riunire nel prossimo quadriennio le componenti e le federazioni accomunate dall’utilizzo delle armi sportive in una fase costituente per forza difendere aspirazioni e progetti comuni. Nel rispetto di tutti e di tutte le personali aspirazioni”.

Article bottom ad