Article top AD

Tra le aziende leader a livello mondiale per la produzione e commercializzazione di erba sintetica e ibrida per lo sport e il landscape, Limonta Sport conferma nel 2019 la resilienza mostrata ormai nei sui 40 anni di storia.

“I dati relativi ai primi undici mesi dell’anno seguono il trend positivo registrato al termine del primo semestre” ci conferma Armanno Brembilla – CFO di Limonta Sport “Solo sul mercato italia infatti possiamo registrare un incremento del 25% rispetto allo stesso periodo del 2018. Una crescita significativa soprattutto alla luce della situazione di mercato italiano.”

Un made in Italy che piace all’estero. Limonta Sport infatti, che già esporta in oltre 70 paesi al mondo, sta ultimando 34 stadi in Africa e 13 campi ad 11 giocatori nel lontano oceano indiano.

Con questi dati non stupisce che Limonta Sport sia una delle 7 Fifa Preferred Producer al mondo e unica in italia, proiettata nel futuro anche grazie all’impegno sulla sostenibilità. Costanti sono gli investimenti in ricerca e sviluppo per offrire al mercato un prodotto sempre più a impatto ambientale pari a zero. “Manti sintetici completamente riciclabili a fine vita” – ci racconta Andrea Marcassoli, R&D Manager di Limonta Sport “affiancano intasi 100% di originale naturale e intasi riciclabili che prendono vita da materiale riciclato…. Per una perfetta economia circolare.”

“Schiacciamo l’occhio all’ambiente anche riducendo le emissioni di C02 grazie all’importante investimento, fatto già anni addietro, in un impianto fotovoltaico che serve l’intero stabilimento, oltre che le colonnine di ricarica per auto elettriche. Inoltre, dal 2019 abbiamo dato il via al progetto BE | LIMONTA, una filosofia aziendale nel rispetto dell’ambiente a 360°” interviene Liz Melli – Marketing & Communications Manager di Limonta Sport “Bandita la plastica monouso in azienda: una borraccia personalizzata e l’installazione di erogatori di acqua ci permetterà il prossimo anno di abbattere notevolmente i rifiuti di plastica.”

Limonta Sport si conferma un’eccellenza italiana nel mondo.

Article bottom ad