Article top AD

Pro Recco, Rari Nantes Savona, Iren Genova Quinto, Pallanuoto Trieste, C.C. Ortigia, Check Up Rari Nantes Salerno, C.N. Posillipo e A.N. Brescia. Sono le otto squadre che da venerdì 12 a domenica 14 aprile, presso la vasca “Marco Paganuzzi” all’interno del complesso delle Piscine di Albaro a Genova, si contenderanno la Coppa Italia di pallanuoto maschile al termine della Final Eight. La manifestazione è stata presentata questa mattina nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova che, insieme a Federazione Italiana Nuoto e Sporting Club Quinto, è fra gli organizzatori dell’evento, inserito nel palinsesto di Genova 2024 Capitale Europea dello Sport.

I quarti di finale andranno in scena venerdì, con diretta su WaterpoloChannel. Alle 14 Pro Recco-C.N. Posillipo, alle 16 Rari Nantes Savona-Check Up Rari Nantes Salerno, alle 18 C.C. Ortigia-Iren Genova Quinto e alle 20 A.N. Brescia-Pallanuoto Trieste. Sabato, a partire dalle 13,45, sarà il turno delle semifinali (prime due gare in diretta su scquinto.com, le altre due su Rai Sport), mentre le finali sono previste domenica, con l’appuntamento clou alle 15,45, cui seguirà l’assegnazione della Coppa Italia in diretta su Rai Sport.

“Siamo orgogliosi di tornare a Genova per il terzo anno consecutivo con le finals di Coppa Italia – commenta Lorenzo Ravina, presidente onorario della Federazione Italiana Nuoto – I motivi sono plurimi: l’eccellente organizzazione e la calorosa ospitalità dell’ Iren Genova Quinto, che ha prodotto il successo delle passate stagioni; la soddisfazione per l’intero movimento di rientrare nel programma degli eventi di Genova Capitale Europea dello Sport; l’occasione di riunire gran parte delle società del massimo campionato maschile in una piscina storica come Albaro; il piacere di meritare l’interesse di Comune di Genova e Regione Liguria. Questa è terra di pallanotisti ed alimentare la tradizione con manifestazioni di alto livello è sinonimo di ciclicità, di futuro. Ci auguriamo di vedere tanti giovani in piscina, che possano diventare i campioni del domani”.

“Siamo felici di tornare per il terzo anno consecutivo a Genova, nell’anno olimpico, nella gloriosa piscina di Albaro intitolata all’amico Paganuzzi. Sono certo che sarà un’organizzazione strepitosa come nelle recenti edizioni, un momento di grande pallanuoto e di aggregazione per il movimento anche perché la formula coinvolge ben otto società di serie A1. Ringrazio l’Iren Genova Quinto Quinto e gli enti locali per il sostegno e i loro sforzi che saranno ripagati dal successo della manifestazione. Mi aspetto partite interessanti, da cui trarre indicazioni rilevanti per il prosieguo della stagione che culminerà con le Olimpiadi dove il Settebello arriva da vice campione del mondo e, dunque, con ambizioni importanti”, aggiunge Alessandro Campagna, commissario tecnico della Nazionale.

“La Final Eight di Coppa Italia maschile accenderà anche nel 2024 la passione genovese per la pallanuoto, disciplina che nella nostra città vanta una notevole tradizione. La vasca ‘Marco Paganuzzi’, nell’anno di ‘Genova 2024 Capitale Europea dello Sport’, sarà il suggestivo palcoscenico per uno spettacolo di valore assoluto: al grande livello agonistico, con le migliori otto squadre di Serie A1 pronte a contendersi il titolo, si aggiunge la grande passione e il grande entusiasmo del pubblico sugli spalti  – afferma l’assessore allo Sport del Comune di Genova, Alessandra Bianchi  -. Per il terzo anno consecutivo sarà l’Iren Genova Quinto, con il presidente Giorgio Giorgi e tutto il suo staff a curare la regia di questo importante appuntamento che rafforza ulteriormente il rapporto tra la nostra Amministrazione e la Federazione Italiana Nuoto con cui prosegue il dialogo per lo sviluppo delle attività natatorie su tutto il territorio cittadino”.

“La grande tradizione pallanuotistica della Liguria si conferma: la Federnuoto ha scelto Genova come sede e l’Iren Genova Quinto come società organizzatrice della Final Eight di Coppa Italia – dice l’assessore allo Sport di Regione Liguria Simona Ferro – È il terzo anno di fila e quest’anno avrà un valore particolare visto che Genova è Capitale Europea dello Sport 2024, in attesa di un grande 2025 quando saremo Regione Europea dello Sport. Le finali di Coppa Italia sono il primo evento importante a livello italiano di una stagione entusiasmante: Mondiali ed Europei ci sono già stati, ma a breve poi arriveranno le fasi finali del campionato e delle coppe europee. Il tutto prima delle Olimpiadi. Genova e la Liguria saranno il trampolino di lancio verso mesi intensi e mi auguro ricchi di soddisfazioni per tutti”.

“Per la nostra società ospitare e organizzare per il terzo anno consecutivo la Final Eight di Coppa Italia rappresenta un grande motivo di orgoglio, tanto più che questa edizione si inserisce all’interno di Genova Capitale Europea dello Sport – chiosa il presidente dello Sporting Club Quinto, Giorgio Giorgi – Significa, infatti, che alle spalle della prima squadra c’è un club strutturato e organizzato, capace farsi carico di un evento così importante e di vedersi confermare la fiducia dalla Federazione Italiana Nuoto: è un obiettivo al quale abbiamo lavorato lungamente. In tale importante contesto sono doverosi alcuni ringraziamenti. Anzitutto alla stessa FIN, che ci affianca e ci supporta costantemente; al Comune di Genova e alla Regione Liguria, ancora una volta al nostro fianco; allo staff delle Piscine di Albaro; agli sponsor che hanno deciso di fare questo viaggio insieme a noi e, infine, a tutte le persone che a vario titolo hanno collaborato nell’organizzazione di questa manifestazione, che ogni giorno mostrano attaccamento ai nostri colori e alla pallanuoto più in generale, che ha bisogno di appassionati così motivati”.

Article bottom ad