Ofelia Malinov
Article top AD

In previsione delle Olimpiadi di Tokyo, prima dell’arrivo del Covid-19, avevamo chiesto ad alcuni Campioni di parlarci del valore delle Olimpiadi per la loro storia personale.
I loro contributi sono stati pubblicati sull’edizione numero 22 dell’Annuario della Stampa Sportiva Italiana (USSI). Ecco il racconto di Ofelia Malinov, pallavolista di Scandicci e della Nazionale.

“Le Olimpiadi sono il sogno di ogni atleta. Costituiscono il massimo traguardo e il coronamento di un percorso di lavoro quadriennale. Poter partecipare è un grande onore sia per il fatto di rappresentare l’Italia sia per giocarsela con le migliori. Lo spirito olimpico, la cerimonia, la possibilità di conoscere atleti di sport diversi: bellissimo! Poter vivere le Olimpiadi dal vero fa venire i brividi. Bisogna pensarci giorno per giorno. Prima di tutto, con Scandicci, vorrei raggiungere bei risultati, esser competitiva e raggiungere la convocazione con la Nazionale. Mi concentro sul momento, in previsione futuro poter gareggiare a Tokyo mi spinge a lavorare al massimo. Ci stimola molto avere nel mirino la possibilità di una medaglia. Tra noi azzurre, il feeling è massimo e ci sentiamo spesso. Ognuna di noi in questo momento è concentrata sul proprio club ma quando ci incontreremo avremo una base di gioco, rapporto e conoscenza davvero alta. Ci basterà poco per ritrovarci e puntare insieme al sogno olimpico”.

Article bottom ad