Article top AD

“Per il Panathlon Distretto Italia, essere partner di un evento di prestigio quale il Premio Bancarella Sport, significa assolvere ad uno delle più fondamentali finalità: quella della diffusione della cultura dello sport”, afferma il Presidente del Distretto Italia, Giorgio Costa.
panathlon_Bancarella_finalistiDunque cosa di meglio e di più strategico nel sostenere la letteratura dello sport attraverso un collaudato premio. Anche perché non bisogna dimenticare che il premio nacque da un confronto d’idee tra Renzo Chiappale, alla ricerca di un premio da affiancare al Bancarella, e Carletto Bardi del Panathlon Carrara-Massa.
I due quindi decisero che lo sport avesse una sua dignità letteraria attraverso il Premio. Sic et simpliciter!
Il ruolo del Panathlon
panathlon_Bancarella_CostaLa Fondazione Città del Libro e le due Associazioni, Unione Librai delle Bancarelle e Unione Librai Pontremolesi, in collaborazione con il Panathlon International Distretto Italia, rappresentato dal Club di Pontremoli-Lunigiana, organizzano annualmente il premio letterario BANCARELLA SPORT, con lo scopo di diffondere e valorizzare gli ideali sportivi e culturali e per infondere nei giovani sane e volitive passioni sportive improntate a nobiltà e purezza di intenti.
Un Panathleta è delegato alla Commissione di scelta, quest’anno è toccato al Past President P.I. Giacomo Santini, mentre altri 30, in rappresentanza di altrettanti club, alla Grande Giuria.
Due compiti distinti. La Commissione di scelta con il compito di selezionare i sei libri che partecipano alla poule finale, alla Grande Giuria l’indicazione dei tre autori che si giocano il Premio.
I sei libri in concorso:
4810. Il Monte Bianco Le sue storie, i suoi segreti” di Paolo Paci.
ASFALTO di Andrea Dovizioso
“ERALDO PIZZO” Caimani come me. Il mito Pro Recco” di Claudio  Mangini.
DEMONI di Alessandro Alciato.
IL “CASO” FIORENZO MAGNI L’uomo e il campione nell’Italia divisa, di Walter Bernardi.
RADIOGOL di Riccardo Cucchi.
Ha vinto l’edizione 2019 Paolo Paci con “4810 il Monte Bianco, le sue storie, i suoi segreti”, un lungo viaggio nella memoria remota, nella natura-spettacolo, nell’arte del pensiero. Percorrendo il Tour du Mont Blanc, Paci, rivive la storia della montagna in chiave contemporanea, raccogliendo vecchi e nuovi racconti sui tre versati (italiano, svizzero e francese, come si legge nella presentazione.
Il Panathlon Distretto Italia era rappresentato dal Presidente Giorgio Costa, intervistato dalla giornalista-conduttrice della serata Viviana Guglielmi di Rete 4, dal Vice Presidente Leno Chisci, oltre che dai club di Chiavari, Montecatini, Lucca, Verona, La Spezia, Valdarno Superiore e Carrara Massa con Paolo Dazzi, uno dei fondatori del premio.
Ancora una volta ottimo il lavoro del Panathlon Pontremoli-Lunigiana del Presidente Aldo Angelini, come ottima l’Area 6 del Governatore Orietta Maggi e del Vice Governatore Gian Filippo Mastroviti nel proseguire la tradizione letteraria.
Italo Cucci nel pomeriggio ha ricevuto il Premio Bruno Raschi, nell’occasione è stato ricordato il ruolo del Panathlon nella nascita del Bancarella Sport.

Article bottom ad