Article top AD

Una grande giornata di sport, emozioni e festeggiamenti è prevista per sabato, 18 gennaio al Salone d’Onore del CONI, che aprirà le sue porte per accogliere la Cerimonia di Premiazione degli Azzurri FIPSAS – Medaglie 2019. Un importante evento per la FIPSAS che festeggerà tutte le stelle che hanno brillato lo scorso anno.

“Anche quest’anno, sabato 18 gennaio 2020, nel Salone d’Onore del CONI si svolgerà la consueta, annuale cerimonia di premiazione di tutti i medagliati FIPSAS 2019. Ancora una volta, cioè, verranno celebrati tutti gli Atleti saliti sul podio nell’anno appena trascorso assegnando loro il meritato riconoscimento per le imprese e gli splendidi risultati conseguiti, riconoscimento che verrà loro consegnato dalle massime autorità del CONI e della nostra Federazione”. Apre così il Presidente FIPSAS Prof. Ugo Claudio Matteoli nella prefazione dell’annuario 2019 che verrà consegnato il prossimo sabato a tutti i premiati.

“Come ormai succede da parecchi anni, anche nel 2019 gli Azzurri della FIPSAS hanno, infatti, conquistato record nazionali ed internazionali e tante medaglie in Campionati Europei e mondiali, per l’esattezza 84 di cui 34 d’oro, 22 d’argento e 28 di bronzo, vinte in tutte le parti del mondo e in decine di discipline completamente diverse tra loro, talmente differenti da ricomprendere tutte le possibili tipologie di pesca, il nuoto pinnato, la didattica subacquea, l’apnea, il lancio di potenza e di precisione, la fotografia subacquea, alcuni sport di squadra come il rugby o l’hockey subacqueo e tanto altro ancora. Una grande varietà non solo di discipline, ma addirittura di sport che, pur appartenendo a mondi completamente disomogenei, attraverso l’ACQUA, il vero “fil rouge” che li lega, riescono oggi a convivere in armonia fino a dar vita a una solida “famiglia” capace di raggiungere traguardi meravigliosi ed insperati, anche se questo ha richiesto anni di paziente lavoro e, talvolta, di difficile coesistenza. Non c’è, infatti, campo di gara o parte del mondo che non ci veda protagonisti e, addirittura, molto spesso, attori principali nella conquista dei titoli più prestigiosi, cosa che ci pone ai vertici dei ranking mondiali di gran parte delle nostre discipline federali. Non mi stancherò mai di ripetere però che non dobbiamo dimenticare che i risultati ottenuti dai nostri Atleti non avrebbero potuto essere raggiunti senza l’indispensabile apporto dei nostri Tecnici, dei nostri Consiglieri, dei nostri Dirigenti e, anche se spesso non vengono menzionati, dei nostri Dipendenti federali.

983 foro italico palazzo h salone d onore e palestra storica

Nel corso della cerimonia di premiazione, anche quest’anno verrà dato seguito al “Premio Società FIPSAS – Stelle nello Sport 2020”, iniziativa nella quale vengono premiate tutte quelle Società che hanno dimostrato e stanno dimostrando un profondo attaccamento alla Federazione, e cioè a tutte quelle Società che, essendo ininterrottamente affiliate da almeno 70, 65 o 60 anni, hanno fatto la storia della FIPSAS e rappresentato nei diversi territori e nelle più disparate discipline tutto il mondo federale, da quello agonistico a quello ricreativo e a quello sociale. In questo 2020, riceveranno il meritato riconoscimento, che verrà loro consegnato a Roma nel Salone d’Onore del CONI il 18 gennaio, 3 Società che hanno raggiunto un’anzianità di 70 anni, mentre le 16 con un’anzianità di affiliazione pari 65 anni saranno convocate e premiate presso i rispettivi Comitati Regionali e le 16 con un’anzianità di affiliazione pari a 60 anni lo saranno presso i rispettivi Comitati/Sezioni Provinciali. Non resta quindi che darci appuntamento nel Salone d’Onore del CONI, dove tutti insieme potremo rendere onore ai nostri Atleti. Vi aspetto tutti: Atleti, Invitati, Dirigenti, Tecnici, vi aspetto per godere insieme a me di quell’attimo in cui entrando in quello splendido salone potrete restare ammutoliti dalla vista di una sala tutta colorata di azzurro, dell’azzurro dei nostri splendidi Atleti che ancora oggi, dopo tanti anni, sempre di più mi rendono orgoglioso di fare il Presidente di questa Federazione che, nel mio piccolo, spero di aver contribuito a rendere una delle più organizzate ed efficienti, sia come risultati sportivi che nelle attività ambientali, didattiche, sociali e ricreative. Ed è per questo che da quest’anno, durante la premiazione, abbiamo deciso di dare un meritato riconoscimento anche ad alcune Società che, pur non facendo agonismo, portano avanti al meglio altre importanti attività istituzionali della Federazione, come la Didattica e la Vigilanza, settori che, sempre di più, stanno acquisendo una rilevanza fondamentale per la FIPSAS, la prima perché diffonde, sia nelle attività subacquee che nella pesca, i principi, le norme, le nozioni che decenni di esperienza dei nostri Istruttori possono riuscire a trasmettere portando così avanti una tradizione e una “scuola” che il mondo ci invidia, la seconda perché oggi, ancora più di sempre, il lavoro delle nostre Guardie Giurate Ittiche Volontarie è diventato indispensabile per salvare acque e pesci da un assalto perverso portato avanti da inquinatori, bracconieri, predatori di risorse idriche, ecc. in una “guerra” che ci vede impegnati ogni giorno e, spesso, anche ogni notte contro tutti coloro che purtroppo, per meri interessi economici, stanno distruggendo il nostro mondo.”

Alla premiazione che verrà presentata dalla conduttrice RAI Metis Di Meo, affiancata da Luca Caslini e Stefano Manzi, saranno presenti circa 180 atleti, il presidente del CONI Giovanni Malagò, il rappresentante legale e deleghe operative e gestionali di SPORT E SALUTE Francesco Landi, il presidente FIPSAS Ugo Claudio Matteoli, i presidenti dei settori agonistici Maurizio Natucci (Pesca di Superficie) e Carlo Allegrini (Attività Subacquee e Nuoto Pinnato), il Segretario Generale FIPSAS Pasqualino Zuccarello, i consiglieri federali, i tecnici, i dirigenti e tutte le persone che a vario titolo hanno contributo alla realizzazione di questi successi

Article bottom ad