Article top AD

La campionessa di equitazione Sara Morganti è da oggi uno dei componenti del Consiglio degli atleti EPC (European Paralympic Committee).

Sara Morganti, toscana di Castelnuovo di Garfagnana, in provincia di Lucca, è una delle più grandi campionesse italiane di equitazione paralimpica di tutti i tempi. Vincitrice di 2 medaglie di bronzo ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, nell’individuale tecnico e nel freestyle, in carriera vanta anche 4 ori iridati e 1 oro a livello continentale. E’ inoltre Presidente della Commissione Nazionale Italiana Atleti del CIP.

“Sono particolarmente lieto di questa nomina, che premia un’atleta da sempre esempio di serietà e professionalità fuori e dentro i campi di gara. Sara rappresenta un punto di riferimento per gli atleti e un modello da seguire per i più giovani. Sono sicuro che saprà interpretare questo incarico con l’equilibrio e la capacità che l’hanno sempre contraddistinta”, ha dichiarato il Presidente del CIP Luca Pancalli.

Il Consiglio degli atleti EPC, le cui linee guida sono state tracciate nel corso dell’Assemblea Generale tenutasi nella località cipriota di Limassol nel 2021, nasce con la volontà di dare sempre più voce agli atleti all’interno del massimo organismo paralimpico europeo.

Insieme a Sara Morganti, nel Consiglio degli atleti EPC figurano l’olandese Barbara Van Bergen (basket in carrozzina), il britannico Ayas Butha (wheelchair rugby), l’ucraino Artem Manko (scherma), lo spagnolo Lorenzo Albaladejo Martinez (atletica), la cipriota Karolina Pelendritou (nuoto), lo svedese Ronny Persson (sci alpino e curling), l’austriaco Markus Salcher (sci alpino).

Il Consiglio degli atleti dell’EPC si riunirà per la prima volta nel primo trimestre del 2024, quando eleggerà un rappresentante nel Consiglio dell’EPC e un rappresentante che svolga il ruolo di collegamento con il Consiglio degli atleti IPC.

Article bottom ad