Article top AD

Un sogno per 24 azzurri. Tanti sono gli atleti che rappresenteranno l’Italia della scherma all’Olimpiade di Tokyo 2020, in pedana dal 24 luglio al 1° agosto.

Dopo un lungo e brillante percorso di qualificazione, infatti, la Nazionale italiana ha conquistato il diritto di partecipare a tutte le competizioni in programma ai Giochi in Giappone. Per la prima volta nella storia olimpica, dunque, il tricolore schermistico sarà presente in tutte le 12 gare, sei individuali e altrettante a squadre. L’obiettivo della spedizione azzurra, guidata dai commissari tecnici Andrea Cipressa per il fioretto, Sandro Cuomo per la spada e Giovanni Sirovich per la sciabola, è tener fede a una tradizione di grande blasone, che fa della scherma lo sport che ha regalato più medaglie olimpiche all’Italia, ben 125, di cui 49 d’oro.

Nel fioretto maschile la prova individuale vedrà in pedana il campione olimpico di Rio 2016, Daniele Garozzo, insieme ad Alessio Foconi e al veterano Andrea Cassarà. Con loro nella prova a squadre ci sarà Giorgio Avola.

L’Italia del fioretto femminile, invece, sarà rappresentata da Alice Volpi, Arianna Errigo e Martina Batini nell’individuale, cui si unirà Erica Cipressa per la gara a squadre.
Nella spada maschile doppio impegno per Enrico Garozzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli, tutti e tre in gara cinque anni fa in Brasile quando il team azzurro vinse l’argento. A completare il quartetto per la prova a squadre stavolta ci sarà Gabriele Cimini.

Nella spada femminile riparte dal secondo posto di Rio 2016 Rossella Fiamingo, che sarà in pedana nell’individuale con Mara Navarria e Federica Isola. A rinforzare la squadra delle spadiste arriverà Alberta Santuccio.

La sciabola maschile azzurra punterà su Luca Curatoli, Enrico Berrè e Luigi Samele nella gara individuale, con Aldo Montano capitano della squadra.
Nella sciabola femminile prova individuale per Irene Vecchi, Rossella Gregorio e Martina Criscio, nella gara per Nazioni completerà la squadra Michela Battiston.

Cinque anni fa, a Rio, l’Italia fu oro con il fiorettista Daniele Garozzo e tre volte d’argento: nelle prove individuali con la fiorettista Elisa Di Francisca, poche settimane fa diventata mamma per la seconda volta, e con la spadista Rossella Fiamingo, mentre fu secondo posto per la squadra di spada maschile con Enrico Garozzo, fratello maggiore di Daniele, Andrea Santarelli, Marco Fichera e Paolo Pizzo.

Le gare di scherma si svolgeranno nel padiglione B dell’impianto fieristico “Makuhari Messe”: il programma si aprirà sabato 24 luglio, giornata d’esordio della rassegna olimpica, con le gare individuali di spada femminile e sciabola maschile. Il giorno successivo sarà la volta delle competizioni individuali di fioretto femminile e spada maschile, mentre lunedì 26 luglio saranno assegnate le medaglie nelle gare di fioretto maschile e sciabola femminile.
Da martedì 27 luglio inizierà invece il programma delle prove a squadre. L’esordio della competizione per Nazionali sarà affidato alle rappresentative di spada femminile. Mercoledì 28 luglio toccherà agli sciabolatori salire in pedana, seguiti poi dalle fiorettiste, dagli spadisti e dalle sciabolatrici. Domenica 1° agosto, nell’ultima giornata del programma di scherma, a contendersi le medaglie saranno invece le Nazionali di fioretto maschile.

I CONVOCATI
Fioretto maschile
Gara individuale e gara a squadre: Andrea Cassarà, Alessio Foconi, Daniele Garozzo.
Riserva gara a squadre: Giorgio Avola.

Fioretto femminile
Gara individuale e gara a squadre: Martina Batini, Arianna Errigo, Alice Volpi.
Riserva gara a squadre: Erica Cipressa.

Spada maschile
Gara individuale e gara a squadre: Marco Fichera, Enrico Garozzo, Andrea Santarelli.
Riserva gara a squadre: Gabriele Cimini.

Spada femminile
Gara individuale e gara a squadre: Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria.
Riserva gara a squadre: Alberta Santuccio.

Sciabola maschile
Gara individuale e gara a squadre: Enrico Berrè, Luca Curatoli, Luigi Samele.
Riserva gara a squadre: Aldo Montano.

Sciabola femminile
Gara individuale e gara a squadre: Martina Criscio, Rossella Gregorio, Irene Vecchi.
Riserva gara a squadre: Michela Battiston

Gli azzurri qualificati per Tokyo 2020 salgono così a 315 (161 uomini, 154 donne) in 30 discipline differenti con 100 pass individuali. Con 154 atlete ai Giochi la spedizione azzurra è la più “rosa” di sempre. Superata anche la partecipazione di Rio 2016, dove fu stabilito il primato precedente, con la presenza di 144 azzurre.

Article bottom ad