1414

media

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

I dati dell’Osservatorio Stampa Fcp relativi al periodo gennaio-maggio 2017 raffrontati con i corrispettivi 2016. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra un calo del -8,7%. Lo dicono i dati dell’Osservatorio Stampa Fcp (xls). In particolare i quotidiani nel loro complesso registrano un andamento negativo sia a fatturato -10,2% che a spazio -3,4%. Le singole tipologie segnano rispettivamente:
La tipologia Commerciale nazionale ha evidenziato -13,2% a fatturato e -10,7% a spazio.
La pubblicità Commerciale locale -5,0% a fatturato e -0,6% a spazio.
La tipologia Legale ha segnato -14,5% a fatturato e -12,4% a spazio.
La tipologia Finanziaria ha segnato -17,5% a fatturato e -14,0% a spazio
La tipologia Classified ha segnato -3,2% a fatturato e -3,2% a spazio. I periodici segnano un calo sia a fatturato del -6,1% che a spazio del -4,3%.
I settimanali<...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Nonostante i social network siano stati ideati “per aiutare i giovani a sviluppare relazioni tra loro”, piattaforme come Facebook, Twitter e Snapchat “possono in realtà contribuire ad alimentare situazioni di instabilità e disagio mentale”. Così uno studio della Royal Society for Public Health, ripreso oggi dalla Bbc, in cui si legge che il 5% dei giovani è affetto da forme di “dipendenza nell’uso dei social network”, più dell’alcol e delle sigarette. I social network sono ormai utilizzati da una persona su quattro, ricorda lo studio, da nove ragazzi su dieci tra i 16 e i 24 anni. “All’inizio le comunità online mi facevano sentire accolta”, spiega una ventenne alla Bbc, ma poi “ho cominciato a trascurare le amicizie nella ‘vita vera’, spendendo sempre più tempo online”. “Sono passata attraverso un profondo episodio di depressione intorno ai sedici anni, che è durato mesi, ed è stat...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Nel mese di febbraio sono stati 30,7 milioni – pari al 56% della popolazione dai 2 anni in su – gli italiani che si sono connessi, navigando su pc, smartphone e tablet complessivamente per 53 ore e 20 minuti. Lo dicono i nuovi dati Audiweb relativi a febbraio, diffusi oggi. Nel giorno medio erano online 24,1 milioni di utenti, in Rete per 2 ore e 26 minuti per persona. Più in dettaglio, nel giorno medio a febbraio hanno navigato da un computer 10,9 milioni di italiani (circa il 20% della popolazione 2+ anni) e/o da mobile 21,4 milioni (il 48,5% della popolazione di 18-74 anni). Dai dati demografici risulta che nel giorno medio a febbraio erano online il 43,2% degli uomini (11,8 milioni dai due anni in su) e il 44,5% delle donne (12,3 milioni). La fruizione quotidiana di internet si conferma quale abitudine diffusa soprattutto tra i giovani – con il 70,4% dei 18-24enni (2,9 milioni) e il 65,9% dei 25-34enni (4,6 milioni) online nel giorno medio – e gli under 54 (il...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Liberare le frequenze sopra i 700 Mhz entro il 2020 dai segnali tv. Le mosse dell’Unione Europea per apire il mercato al 5G

L’Ue si prepara all’avvento del 5G e dell’internet delle cose, dove intende essere leader, e predispone la liberazione della banda ad altissima frequenza da 700 MHz, attualmente occupata dalle trasmissioni tv del digitale terrestre, per metà 2020. E’ il senso della proposta presentata oggi dalla Commissione Ue, che si inserisce nel pacchetto per la creazione del mercato unico digitale europeo. Secondo quanto spiega l’agenzia Ansa, si tratta anche del primo passo verso la revisione della gestione dello spettro in termini più europei, le cui nuove regole sono attese tra giugno e settembre insieme con il quadro normativo Ue per le tlc. Bruxelles chiede di liberare le frequenze tra 694-790 MHz entro fine giugno 2020 per destinarle alle accresciute esigenze di banda wireless, che si prevede aumenteranno 8 volte da oggi ad allora, e che saranno necessarie per portare l’internet ad alta velocità anche nelle zone remote e a predisporre la base tecnica per...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Sulle dirette video in streaming dallo smartphone fa sul serio anche Facebook, che con quasi un miliardo e 600 mila utenti comincia seriamente a far tremare rivali ben più piccoli in termini di audience, come Periscope di Twitter e Meerkat. Dopo aver cominciato a testare la funzione per alcune cerchie di utenti (dai vip alle pagine verificate di gruppi musicali e aziende), il social network in blu ha annunciato che i video live saranno disponibili a tutti gli utenti. La novità riguarda per ora gli utenti dei dispositivi Apple e gli Stati Uniti. Nelle prossime settimane sarà estesa a livello globale: in Italia alcuni iscritti la stanno già sperimentando. E Facebook è al lavoro per portare i live anche sulla piattaforma Android, ben più corposa in fatto di utenti. Per condividere i video live sarà sufficiente aggiornare il proprio status e selezionare l’icona live video. Sarà possibile aggiungere una descrizione, riporta l’agenzia di stampa Ansa, selezionare i gruppi...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Donald Trump non parteciperà all’ultimo dibattito in tv. La Fox: no a minacce ed intimidazioni

Donald Trump non parteciperà all’ultimo dibattito dei candidati repubblicani alla Casa Bianca, in programma domani sera a pochi giorni dal voto in Iowa. La decisione, ha spiegato il manager della sua campagna elettorale, “è definitiva e irrevocabile” e segue la lunga polemica tra il tycoon newyorchese con Fox News, la rete su cui il dibattito andrà in onda. L’annuncio è arrivato poco dopo che Fox ha indicato le regole della serata di domani. “Voglio vedere quanti soldi fanno con un dibattito senza di me” aveva affermato poco prima Trump in una conferenza stampa in Iowa, in cui ha continuato ad attaccare la giornalista Megyn Kelly con cui era nata una dura polemica dopo il precedente dibattito dei repubblicani andato in onda su Fox. “Non parteciperà alla serata e non c’è spazio per una trattativa” ha poi specificato il responsabile della campagna di Trump. E’ una situazione inedita quella di un dibattito elettorale in cui...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

RaiNews24 ha indetto uno sciopero per il 5 febbraio: basta con direzioni ad interim

Sciopero a RaiNews24 venerdì 5 febbraio. La decisione è stata presa all’unanimità dall’assemblea di redazione di Rainews 24, Rainews.it e Televideo, “a causa della mancata nomina del direttore che si attende ormai da sei mesi”, lo riporta l’agenzia di stampa Agi. Dopo la nomina di Monica Maggioni a presidente della Rai, le tre testate sono guidate da sei mesi con una direzione a interim e – dice un comunicato – “si trovano nella impossibilità di vedere applicato l’articolo 6 del Contratto Nazionale di Lavoro (prerogative del direttore) e l’articolo 34 (ruolo del Cdr). Non esiste più un piano editoriale poichè quello precedente è nei fatti cancellato; l’organico di Rainews.it, il portale di informazione della Rai, è stato fortemente ridimensionato; Televideo vive una sofferenza continua dovuta al dimezzamento di organico e alle innovazioni promesse e mai realizzate; Rainews24 non ha più una missione a causa dell&...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

“Statue coperte? I giornalisti sono interessati a seguire queste cose, io non ho niente da dire. Però so che gli italiani sono un popolo molto ospitale, che cerca di fare tutto per mettere a proprio agio e li ringrazio”. Così il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha risposto in conferenza stampa a una domanda sul caso delle statue coperte ai Musei Capitolini. Lo riporta l’agenzia di stampa Agi. Hassan Rohani (foto Olycom)

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Il 31 gennaio prossimo andrà in pensione “con un misto di sentimenti, in parte gioia e in parte tristezza, ma domina la gioia”. Padre Ciro Benedettini lascerà l’incarico di vice-direttore della sala stampa della Santa Sede dopo vent’anni di servizio. A succedergli, riporta l’agenzia di stampa Asca, sarà il giornalista statunitense Greg Burke. E alla Radio vaticana racconta: “Domina la gioia perché sono grato al Signore che mi ha dato l’opportunità di lavorare per la Chiesa, al servizio di tre Papi e che Papi! Uno di questi poi è Santo e non capita a tutti di essere stati vicino a un Santo e non solo di averlo visto, ma di averci parlato, di averci mangiato insieme, di averlo servito per tanti anni: Giovanni Paolo II”. Padre Benedettini, passionista, racconta come una “epopea” anche gli ultimi giorni di vita di Giovanni Paolo II e il suo funerale: “Noi eravamo ‘fasciati’ – oserei dire – dalla...

Clicca qui per continuare a leggere su Notizie di agenzia – Prima Comunicazione

Fonte: Notizie di agenzia – Prima Comunicazione
Leggi tutto