Article top AD

A seguito delle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020, a integrazione di quanto già comunicato attraverso i propri canali istituzionali, la Federazione chiarisce quanto concerne le relative implicazioni riguardanti l’attività sportiva, lanciando un segnale di uniformità, vicinanza e supporto a società, tecnici e atleti.

Si comunica pertanto la sospensione delle competizioni organizzate dal Settore Giovanile e Scolastico a livello nazionale e regionale, mentre, in relazione alle competizioni di livello provinciale e regionale e all’attività di base, attualmente sospese, è consentito esclusivamente lo svolgimento di allenamenti all’aperto e in forma individuale, nel rispetto delle norme di distanziamento e delle altre misure di cautela, anche con la presenza di un istruttore/allenatore.

“E’ un messaggio importante – ha dichiarato Vito Tisci, Presidente del Settore Giovanile e Scolastico – che porta chiarezza rispetto a un movimento di centinaia di migliaia di tesserati e addetti ai lavori, in un momento di emergenza nel quale è indispensabile grande responsabilità. Per questo – ha proseguito Tisci – ringrazio la Federazione, il Presidente Gravina e il Segretario Generale Brunelli, per il lavoro svolto in termini istituzionali e di attenzione al mondo del calcio giovanile. Aspetti fondamentali per consentire ai giovani di proseguire nel loro percorso sportivo in piena sicurezza e di permettere alle società, a cui non è mai mancata la nostra vicinanza, di mantenere aperti i propri centri sportivi nel rispetto dei protocolli predisposti a livello federale”. 

 

Article bottom ad