Article top AD

Torna Giocagin 2024: sul palco di decine di città italiane andranno in scena esibizioni e coreografie dedicate alla pace e all’amicizia tra i popoli.
Date centrali sabato 17 e domenica 18 febbraio
“Movimenti sostenibili”: è lo slogan della manifestazione nazionale Uisp,
che accompagnerà Libera nel suo percorso verso
la manifestazione nazionale del 21 marzo
Roma, 15 febbraio – I colori di Giocagin 2024 invaderanno l’Italia sabato 17 e domenica 18 febbraio. Palazzetti e piazze, ma anche scuole e palestre di 15 città italiane, da Trento a Catania, si animeranno con la musica e i colori dello sport sociale e per tutti che daranno vita a coreografie ed esibizioni ispirate in gran parte al tema della pace e dell’amiciazia tra i popoli.

“Con Giocagin apriamo il calendario della manifestazioni nazionali che vedrà l’Uisp presente in circa duecento città, da ora sino all’estate – dice Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp – il filo conduttore sarà lo slogan Movimenti sostenibili, per rilanciare ancora una volta i temi della sostenibilità, che continuiamo a declinare dal punto di vista ambientale, economico e sociale. Ed è proprio nell’accezione del ‘sociale’ che rilanciamo l’etica della responsabilità al fianco di Libera, la rete di associazioni promossa da don Luigi Ciotti, verso il 21 marzo, Giornata nazionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”.

Ginnastiche, danza, pattinaggio, discipline orientali saranno le attività principali che saliranno sui palchi allestiti nei palazzetti dello sport e nelle palestre delle 15 città che apriranno la kermesse il 17 e il 18 febbraio. Altre 25 città si aggiungeranno a Giocagin nei week-end successivi, sino a giugno, per un totale di 40 città che saranno protagoniste di Giocagin 2024.

Che cosa succederà nelle città? Da Catania a Trento, l’Italia in movimento coinvolgerà cinquemila persone. Nella mattinata di sabato 17 febbraio la manifestazione verrà inaugurata nel Pala Nitta di Catania, nel quartiere di Librino, zona particolarmente difficile della città. I ragazzi e le ragazze dell’Oratorio Giovanni Paolo II porteranno in scenda una coreografia ispirata alla pace, al rispetto delle persone, all’amicizia. Nell’attestato di partecipazione che verrà donato a tutti c’è una frase di Gianni Rodari: “Ci sono cose da non fare mai, né di giorno, né di notte, né per mare, né per terra: per esempio la guerra”.

I giovanissimi saranno protagonisti anche a Trento dove, al Centro Sportivo Trento Nord in via IV Novembre, nel pomeriggio si alterneranno sul palco 12 associazioni sportive, con coreografie di danze, esibizioni con tessuti aerei e danze storiche della tradizione transfrontaliera italo-austriaca. Anche in questa città quello della pace e dell’amicizia tra i popoli sarà il tema conduttore. Il tema dell’amicizia e della condivisione sarà al centro di varie esibizioni. L’associazione Non Solo Teatro di Levico presenterà un vero e proprio musical ispirato a Mary Poppins. La chiusurà sarà della Dance Team School con bambini di 6 anni con coreografia ispirata all’allegria.

A Trapani saranno di scena le attività all’aria aperta in piazza del Municipio dove in mattinata si alterneranno un centinaio di giovani partecipanti con calcio, tiro alla fune, attività ludico motorie e dodgeball, gioco con la palla. Pace, fratellanza e uguaglianza protagoniste nell’area dell’entroterra agrigentino, dove Giocagin si farà in tre con i bambini nella piscina comunale di Cammarata (Ag) grazie all’Asd La Fenice, attività ludico motorie dedicate ai bambini nelle palestre di Santo Stefano in Quisquina (AG) e Prizzi (PA).

Ginnastiche protagoniste al Palazzetto Picchi di Rosignano Solvay (Li) sabato 17 febbraio e il giorno dopo al Pala Bastia di Livorno, con cinquecento atleti che daranno vità a varie esibizioni. Tra di loro anche il “Signore degli anelli”, Vittorio Valvo di 85 anni, la bandiera del Giocagin toscano.

Domenica 18 febbraio il testimone di Giocagin passerà nelle mani di altri atleti di tutta Italia, a cominciare da Firenze dove sono previste esibizioni di danze e ginnastiche; nel capoluogo toscano si è sviluppata una partnership con la Casa di accoglienza Mameli, che ospita minori in difficoltà. I ragazzi della casa famiglia saranno presenti sugli spalti del Palavalenti ad ammirare le coreografie dei circa duecento atleti presenti. Record di partecipanti a Taranto con trenta società sportive che si alterneranno sul palco del Centro sportivo Palafiom, con attività di fitwalking e basket che si aggiungeranno a discipline orientali, danza, ginnastica. San Miniato, in provincia di Pisa, ospiterà nel pomeriggio oltre seicento partecipanti nel Palazzetto Credit Agricole. Il Palasport Tamagnini Insolera di Civitavecchia e il Pala Cannavò di Giarre (Ct) ospiteranno attività sportive varie, com musiche e corieografie di danza. A Martina Franca (Ta) nel Palawojtyla riflettori puntati sulle esibizioni dei gruppi di anziani, a partire dalle 10 della mattina, che si alterneranno con giovani che si esibiranno tra ginnastiche e hip hop. Parkour e kung-fu saranno protagoniste al Palazzetto dello Sport di Barletta.

Article bottom ad