Article top AD

Torna la stagione della classe regina della vela giovanile nel mondo: duemila
ragazze e ragazzi giovanissimi dell’Optimist, dopo un inverno di uscite in mare con i loro allenatori di circolo, sono pronti ad animare con il loro spirito festoso un nuovo anno di regate e appuntamenti.

L’Associazione Italiana Classe Optimist, che riunisce oltre 2000 baby velisti, presenta un calendario ricco che toccherà località in tutto il paese, interessando le coste di mari e
laghi, le Zone FIV e Circoli velici prestigiosi. Una grande comunità di giovanissimi e adulti,
accomunati dai significati educativi e formativi dello sport della vela.

Dopo il Trofeo Campobasso di Napoli, che ha ufficialmente dato il via alla stagione, e la BPER Banca Crotone International Carnival Race 2023 appena conclusa, la prima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving si svolgerà a Marina degli Aregai allo Yacht Club Sanremo, con oltre 350 giovani atleti tra i 9 e i 15 anni pronti a sfidarsi nelle acque liguri.

Seguiranno altri quattro appuntamenti – al Circolo Nautico Sanbenedettese dal 29 aprile al 1 maggio, alla Società Canottieri Marsala dal 2 al 4 giugno, allo Yacht Club Monfalcone dal 28 al 30 luglio e alla Fraglia Vela Riva dal 13 al 15 ottobre – per un totale di cinque tappe, a cui nel corso della stagione si sommeranno anche due selezioni nazionali e vari meeting. Tra questi, il rilancio del Meeting Giovanile di Crotone a metà luglio, che diventerà un appuntamento fisso a tappa itinerante nei prossimi anni, il Trofeo Collina a Cervia e la Barcolana Young a Trieste.

Ad agosto si terrà inoltre la Coppa AICO, che si svolgerà a Trieste nei giorni successivi alla quarta tappa del Trofeo Kinder, in occasione del centenario della Società Triestina della Vela. “Ripartiamo con entusiasmo dai numeri record: lo scorso anno abbiamo superato la quota storica di 2000 iscritti, e quest’anno a metà febbraio siamo già oltre 1200 – così il segretario AICO, Walter Cavallucci – Teniamo molto al Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving, un circuito festoso nel quale confermiamo l’impegno a sensibilizzare i giovani atleti alle tematiche ambientali. Collaboreremo con diverse associazioni sul territorio impegnate per l’ambiente con azioni e testimonianze concrete. Vorrei evidenziare soprattutto come questa attività offra ai giovani velisti gli insegnamenti e i valori dello sport e della vela, il rispetto, il fair play”.

Article bottom ad