Article top AD

Nella notte italiana brillano negli Stati Uniti due stelle azzurre in Coppa del Mondo Lead. Dal Paraclimbing scintillano le prime medaglie italiane nella lunga stagione dell’Arrampicata Sportiva. La 28enne lagunare Laura Capovilla, sulle pareti statunitensi, in gara tra gli amputati di braccia (gli atleti infatti sono classificati in base alla diversa tipologia di disabilità) si arrampica nella categoria AU2 un punto sopra la statunitense Maureen Beck, e regala all’Italia la prima medaglia d’oro del 2022.

Una gara perfetta sui blocchi del Front Climbing Center di Salt Lake City. Per i colori azzurri è argento vivissimo anche quello conquistato dalla 34enne toscana Nadia Bredice, ipovedente, nella categoria Women B1, splendida in finale, dove arriva comunque al top, battuta dalla 26 enne slovena Tanja Glusic ma tenendosi dietro di lei la statunitense di Atlanta Raveena Alli.

Nel ranking femminile l’Italia chiude al secondo posto dietro gli Usa padroni di casa e davanti a Germania, Slovenia e Olanda. Siamo quarti in assoluto, considerando anche i risultati degli altri atleti ed atlete convocate a Salt Lake City.

Una grande iniezione di fiducia nell’ambiente della Fasi, presente nello Utah, per proseguire con le altre gare di Coppa del mondo nel prossimo week end. Infatti i migliori climbers al mondo tornano da domani fino a domenica ad affrontarsi in Coppa del Mondo nel testa a testa della velocità in verticale, ossia nella spettacolare Speed, così come nella più strategica e complicata Boulder. Proveranno ad entrare nuovamente in finale lo sprinter Ludovico Fossali e la boulderista genovese Camilla Moroni. Per l’Italia in campo nel Boulder anche Michael Piccolruaz, Giorgia Tesio e nella Speed Gian Luca Zodda, Beatrice Colli e Giulia Randi. Possibile seguire la manifestazione dal 27 al 29 maggio sui canali di Eurosport

Article bottom ad