Article top AD

Un momento speciale per l’Ussi e per tutta la stampa sportiva italiana. Il vicepresidente nazionale Gianfranco Coppola ha incontrato il Santo Padre in occasione dell’evento di Scholas Occurrentes, a Palazzo San Callisto.

A Papa Bergoglio è stato donato il piatto in ceramica ideato da Gian Luigi Corti per i 70 anni dell’Unione Stampa Sportiva Italiana. Al Pontefice l’Ussi ha anche garantito una ampia collaborazione per la diffusione di messaggi positivi legati alla capacità di aggregazione dello sport.

Il Papa, in video conferenza da Palazzo San Callisto, sede di Scholas Occurrentes, ha dialogato con i giovani di tutto il mondo: “Scholas non fa proselitismo, ma crea libertà, perché scommette su ciò che ognuno ha nel cuore, che è la capacità di crescere e costruire il proprio futuro”, ha affermato Francesco.

Papa Francesco ha lodato la capacità dei progetti di Scholas Occurrentes di far esprimere con libertà i ragazzi tirando fuori quello che hanno dentro. Non da soli, ha spiegato il Papa, ma accompagnandoli in gruppo in un cammino che li segua e gli aiuti. Una sorta di “disinibizione” della capacità di esprimersi che può essere racchiusa nella parola “poesia”, che non è ”alienarsi in cose che volano in alto, ma è creatività”. L’uomo e la donna infatti, ha proseguito Francesco come riferisce Vatican news, “o sono creativi o rimangono bambini. Non crescono”.

E’ stata così inaugurata in videoconferenza, da Los Angeles, la nuova sede di Scholas Occurentes alla presenza dell’arcivescovo della città, monsignor Josè Horacio Gomez e del sindaco Eric Garcetti. Si tratta della quattordicesima sede nel mondo dopo quella inaugurata lo scorso 22 novembre in Giappone.

Article bottom ad