Article top AD

Parte ufficialmente questo weekend la stagione 2024 di competizioni nazionali di arrampicata sportiva.

Dopo una lunga pausa per gli spettatori e una altrettanto lunga fase di preparazione atletica, tecnica e strategica per i climbers, sarà finalmente possibile vedere all’opera i campioni della Nazionale, i membri della squadra Elite che partecipa alle selezioni olimpiche, ma anche tutti gli atleti che stanno cominciando a farsi notare con le loro performance sulle pareti di gara.

Sabato 10 e domenica 11 febbraio farà il suo debutto il circuito di Coppa Italia, con la prima tappa dedicata alla specialità Boulder, ospitata al Crazy Center di Prato.

Le date di febbraio e marzo sono particolarmente concentrate sul Boulder, con tre tappe di Coppa (la seconda il 24-25 febbraio alla Deva Wall di Ferrara e la terza il 9-10 marzo alla Vertikale di Bressanone) e altre due date clou: l’ambito Campionato Italiano, con l’assegnazione del titolo di Campione e Campionessa assoluti di specialità, che si svolgerà il 23-24 marzo presso la Monkley Island di Roma, e l’importante tappa di Coppa Europa Giovanile che verrà ospitata all’Orobia Climbing di Curno (BG) il 6-7 aprile.

Per chi si approcciasse per la prima volta all’arrampicata sportiva e volesse orientarsi nel riconoscimento delle diverse specialità è bene ricordare che il Boulder prende origine dal Bouldering, cioè l’arrampicare su grossi massi. Consiste nel dover arrampicare su pareti alte massimo 5 metri, di diversa difficoltà a seconda della conformazione e della bontà di appigli e appoggi, tutelati dalla presenza di materassi paracadute (senza quindi l’uso dell’imbragatura). Richiede di risolvere un tracciato definito “problema” con particolari sequenze di movimenti concatenati esplosivi e dinamici (7-8 in media) estremamente difficoltosi. Il punteggio viene attribuito in base alla combinazione dei seguenti fattori: tenuta della presa intermedia (zona), tenuta della presa posta più in alto (top), e quantità di tentativi utilizzati per raggiungere zona e top entro un determinato tempo (in genere 4 o 5 minuti).

Il 17 febbraio andrà in scena la prima adrenalinica tappa della Coppa di specialità Speed, che si disputerà alla Big Walls di Brugherio (MB). Il 27 aprile si terrà la seconda prova alla Level 24, mentre la terza si disputerà l’11 maggio alla Urban Wall di Pero (MI) e la quarta il 29 giugno alla Up Urban Climbing (BO).

Gli appuntamenti dedicati alla disciplina di velocità avranno come punta di diamante la prestigiosa tappa di Coppa Europa Senior e Giovanile Speed il 24 e 25 maggio a Mezzolombardo (TN), presso il Centro di arrampicata del Gruppo Rocciatori Piaz, e culmineranno nel Campionato Italiano di specialità, che si disputerà il 16 giugno alla Just Climb! di Reggio Emilia.

La specialità di velocità, detta comunemente Speed, consiste nel completare una via (detta “run”) nel minor tempo possibile. La competizione si svolge su una parete omologata di 15 m, con 22 appigli e 20 appoggi, con due tracciati sempre uguali affiancati l’uno all’altro. Gli atleti, tenuti in sicurezza da una corda dall’alto (utilizzando dei dispositivi automatici), possono fermare il tempo al termine della run, grazie ad un apposito sistema di cronometraggio. Dopo un turno di qualifica, in cui si considera il miglior tempo su due tentativi, i migliori 16 si confrontano in scontri ad eliminazione diretta (con uno schema che accoppia il 1° classificato col 16*, il 2° col 15° e così via), partendo dagli ottavi di finale, passando per i quarti, finché rimangono i quattro atleti che si contenderanno il podio tra semifinali e finali.

Il 27-28 aprile avrà invece inizio la Coppa Italia Lead, con la prima tappa alla Level 24 di Casalecchio di Reno (BO), seguita dalla seconda tappa, l’11-12 maggio, alla Urban Wall e dalla terza, il 25-26 maggio, alla Adel Wall di Campitello di Fassa (TN).

Bisognerà poi attendere il 6 e 7 luglio per assistere all’appassionante Campionato Italiano di Lead che si svolgerà all’Orobia Climbing di Curno (BG).

La specialità di difficoltà, detta comunemente Lead, si ispira alle scalate su falesia in ambiente naturale. Consiste nell’effettuare un’arrampicata in sicurezza grazie all’uso dell’imbrago e della corda che l’atleta dovrà passare negli ancoraggi fissi presenti sulla parete, in un itinerario tracciato che aumenta gradualmente di difficoltà. Ad ogni presa viene assegnato un punteggio progressivo e ha 2 valori: “tenuta” se viene impugnata; “valorizzata” se dopo averla impugnata si inizia un movimento che però non permette di raggiungere la presa successiva. Il massimo punteggio si ottiene inserendo la corda nell’ultimo moschettone di sicurezza (il top).

Il primo weekend di marzo partirà inoltre il circuito di Coppa Italia Paraclimbing, alla Climberg di Bergamo, a cui seguirà la seconda prova ad aprile alla Up Urban Climbing di Bologna e una terza tappa a fine luglio alla King Rock di Verona.

Nel mese di giugno, per la precisione il 15 e 16, si proclamerà il nuovo Campione Italiano di Paraclimbing.

Il Paraclimbing è la pratica sportiva in cui gli atleti con disabilità fisica, sensoriale o intellettiva si confrontano con le pareti di arrampicata nella specialità Lead con la corda dall’alto, quindi con lo scopo di arrivare all’ultima presa. I paraclimbers vengono inseriti in specifiche classi di disabilità, per consentire a coloro che hanno una disabilità di natura simile di competere all’interno della stessa categoria.

Il mese di giugno sarà specialmente dedicato alle nuove promesse e interessanti conferme che arrivano dal mondo dell’arrampicata giovanile: dal 31 maggio al 2 giugno alla Vertikale di Bressanone e alla Heliks di Brunico (BZ) si disputerà il Campionato Italiano Giovanile Boulder e Speed, mentre dal 7 al 9 giugno si terrà Il Campionato Giovanile U14 presso la US Primiero di San Martino di Castrozza (TN).

 

Ma non finisce qua! Dopo la pausa estiva di agosto, in cui tutti gli appassionati seguiranno le gesta di Matteo Zurloni alle Olimpiadi di Parigi, ci prepariamo ad un finale di stagione con i fiocchi: il 14-15 settembre la Coppa Europa Senior Lead e Speed farà tappa alla Level 24, a Casalecchio di Reno E per concludere in bellezza la FASI sta lavorando per una gustosa novità nell’eccezionale location del Porto Antico di Genova il 5-6 ottobre.

Ma cominciate a segnarvi le numerose date elencate finora, organizzatevi per assistere alle gare live o preparate divani, tv e computer per seguire delle appassionanti sfide, che ci presenteranno nuovi e vecchi talenti, sempre capaci di stupirci, di migliorarsi e di lasciarci col fiato sospeso.

 

Un’altra importante novità è che quest’anno sarà possibile seguire le gare in diretta streaming non solo sul canale youtube della FASI, ma anche sul canale tv di Sportface.

 

Buon inizio stagione a tutti!

Article bottom ad